Recanati: una città da visitare, musei aperti a Ferragosto

recanati 4' di lettura 10/08/2013 - Casa Leopardi ma non solo. A ferragosto la città di Recanati offre una moltitudine di iniziative per i turisti e per coloro che resteranno in città. Per gli amanti della cultura non c'è che l'imbarazzo della scelta tra le opere di Lorenzo Lotto a Villa Colloredo Mels, il museo di Beniamino Gigli al teatro Persiani e l'antica dimora dove è nato e vissuto Giacomo Leopardi che resterà aperta con orario continuato dalle 9 alle 19,30 (ultima visita a partire dalle ore 19). Info allo 071 757 33 80.

Nel palazzo incastonato nel quartiere Montemorello è inoltre visitabile la mostra "Giacomo dei libri", inaugurata lo scorso anno in occasione del bicentenario dell'apertura al pubblico della biblioteca di Monaldo Leopardi. L'esposizione è articolata in sei aree tematiche organizzate all’interno degli spazi messi a disposizione da Casa Leopardi, e si avvale di supporti tecnologici multimediali appositamente progettati. "Giacomo dei libri", promossa con il contributo della Regione Marche e del Comune di Recanati, è nata con due obiettivi: evidenziare il valore culturale del luogo inteso come patrimonio universale e spiegare l’importanza simbolica e affettiva che la biblioteca ha avuto per due grandi personaggi che rispondono ai nomi di Monaldo e Giacomo Leopardi.

Nell'altro versante del colle è possibile visitare il museo di Villa Colloredo Mels, aperto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19, e raggiungibile al numero di telefono 071 757 04 10. All'interno sono conservati capolavori del Trecento e Quattrocento come le tavole di Pietro Domenico da Montepulciano e di Ludovico da Siena, ma soprattutto il corpus di opere straordinarie del pittore veneto Lorenzo Lotto (1490-1556). Si spazia quindi da un suo capolavoro giovanile come il Polittico di San Domenico (1508) all’affascinante Trasfigurazione, influenzata dal Raffaello ma di totale impostazione anticlassica, per finire con l’indimenticabile Annunciazione, capolavoro assoluto del Maestro. La sezione di Pittura Moderna raccoglie invece una collezione di opere di artisti locali quali l’incisore Giacomo Braccialarghe ed il restauratore e critico d’arte.

Biagio Biagetti. Poco distante sorge la Cattedrale di San Flaviano, da poco riaperta al culto dopo tredici anni. Al suo interno la Cappella dei Santi ospita una raccolta ,unica nel suo genere, di 186 pregiati reliquari realizzati tra il 1400 e il 1793, che custodiscono sante reliquie (tra cui l’Insigne reliquia della Santa Croce, una «spina Cristi» e i sandali di San Francesco realizzati da Santa Chiara), alcune delle quali furono portate a Recanati da Papa Gregorio XII, che è sepolto all'interno della Cattedrale, accanto a numerosi vescovi recanatesi. Il vecchio palazzo episcopale è inoltre sede di un Museo Diocesano, anch'esso di recentissima apertura, che vanta dipinti dal XIV al XVI secolo, opere di grandi artisti tra cui Guercino, Pomarancio e Mantegna, oltre ad arredi e oreficerie, sculture, messali, opere d'arte minore.

Da una Chiesa all'altra. In quella di San Vito è possibile visitare la tomba di padre Nicolàs Bobadilla, fondatore con Ignazio de Loyola della compagnia di Gesù alla quale appartiene l'attuale Papa Francesco. Da non dimenticare il museo di Beniamino Gigli, incastonato all'interno del Teatro Persiani. La struttura ospita un percorso che ripercorre la vita e le fasi salienti della quarantennale carriera internazionale dell'amatissimo tenore recanatese, attraverso la ricostruzione del camerino del cantante, di un piccolo spazio teatrale ricco di gigantografie, di un piccolo cinema nel quale sono proiettati i suoi film più celebri e le immagini della sua vita. Sono presenti inoltre numerosi costumi di scena, spartiti, articoli da riviste di tutto il mondo, la discografia completa, i premi e le onoreficenze. Per chi ama la natura una valida alternativa è offerta dal parco di Villa Colloredo, riaperto al pubblico dopo oltre vent'anni. Fruibile anche nelle ore serali grazie ad un modernissimo impianto di illuminazione, è possibile passeggiare all'ombra di una ricca vegetazione, cimentarsi nei numerosi percorsi fitnes e per i piu' piccoli giocare in tutta sicurezza nel nuovissimo parco giochi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2013 alle 19:47 sul giornale del 12 agosto 2013 - 792 letture

In questo articolo si parla di attualità, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/QyP





logoEV
logoEV