Calcio: Samb- Recanatese finisce 2-0. La Recanatese chiude il girone al penultimo posto con 12 punti

calcio 4' di lettura 23/12/2012 - Finisce come da pronostico lo scontro tra la corazzata Samb e la Recanatese. I padroni di casa chiudono il girone di andata imponendosi per 2-0 sui giallorossi, che poco hanno potuto fare per contrastare lo strapotere dei rivieranschi. Con i tre punti conquistati oggi al Riviera delle Palme, la Samb conquista la piazza d'onore a quota 37, due in meno della capolista San Cesareo, vittoriosa sul campo di Celano. La Maceratese non va oltre il pari con l'Agnonese e si ferma a 33 e vincendo il recupero contro l'Astrea (in programma il 30 dicembre) andrebbe ad un solo punto dalla Samb. La Recanatese chiude il girone al penultimo posto con 12 punti.

Le vittorie di Renato Curi Angolana e Città di Marino non sono risultati positivi per la formazione di Omiccioli che dal prossimo 6 gennaio(prima di ritorno, al Tubaldi arriva l'Amiternina) inizia un nuovo campionato inseguendo l'obiettivo prefissato ad inizio stagione: la salvezza. La Recanatese si presenta a San Benedetto priva degli infortunati Garcia e Cavaliere, oltre agli squalificati Iacoponi e Bartomeoli. Samb al completo, unica defezione per Palladini è lo squalificato Scartozzi. Il mister della Samb, che conferma la stessa formazione che ha stravinto ad Isernia una settimana fa, schiera un 4-3-3 con linea difensiva composta dagli under Camilli e Carminucci esterni e dalla coppia centrale Aquino e Marini. In mediana Carpani, Traini ed Onesti. Il tridente d'attacco formato da Pazzi centrale affiancato da Napolano a destra e Shiba a sinistra. Risponde la Recanatese con un 4-4-1-1.

In difesa la confermatissima coppia centrale formata da Commitante e Morbiducci, affiancati dagli esterni Patrizi e Di Marino. A centrocampo Brugiapaglia e Curzi sono schierati da esterni, Rachini e Marchetti formano la coppia centrale. Traquartista Gigli alle spalle dell'unica punta Rossi. Osservato un minuto di silenzio per commemorare Tiziano Manfrin, vecchia gloria della Samb negli anni ottanta, soprannominato 'Principe' dalla tifoseria rossoblu, scomparso improvvisamente la scorsa settimana. Primo tempo equilibrato per i primi 20 minuti. La Samb fatica a trovare spazi e si rende pericolosa solo grazie ad un tiro dalla lunga distanza di Traini che impegna a terra Paniccià. La Recanatese si fa viva in due occasioni con conclusioni da fuori area di Curzi, ma Barbetta in entrambi i casi fa buona guardia.Al 22' Traini, servito magistralmente da Napolano, conclude a rete in area, pallone alto di un soffio. La Samb inisite ed al 24' il solito Napolano, impegna severamente Paniccià su calcio piazzato. La pressione dei padroni di casa si fa sempre più intensa ed al 29' Pazzi, servito dalla sinistra da Napolano batte Paniccià di testa. La Samb ora gioca con maggiore scioltezza e la Recanatese è contretta ad aprirsi per cercare il pareggio.

Al 39' punizione di Napolano che da distanza siderale prova a sorprendere Paniccià, la palla incoccia sulla parte superiore della traversa e finisce sul fondo. Al 41' azione insistita dei rivieraschi. Shiba che servito da Napolano prova la conclusione la difesa giallorossa in qualche modo rimedia, palla a Traini che serve Pazzi il cui colpo di testa batte Paniccià ma Committante è ben piazzato e salva sulla linea di porta. Allo scadere del primo tempo la Recanatese getta alle ortiche un'occasionissima con Curzi che entra in area e serve Rossi, provvidenziale l'anticipo che di Camilli che permette al portiere della Samb di recuperare il pallone. La ripresa si apre con un bel cross di Patrizi per la testa di Gigli che impegna a terra Barbetta. Passano due minuti e Pazzi mette il sigillo al match anticipando di testa Morbiducci su traversone di Traini.

Si può dire che la partita finisce qui visto che la Samb si limita ad amministrare il vantaggio e la Recanatese, che accusa il colpo, non crea pericoli dalle parti di Barbetta. Mister Omiccioli gioca la carta Latini che entra al posto di Brugiapaglia. Tatticamente cambia poco visto che il neo entrato si piazza sulla stessa zona di Brugiapaglia. Al 21' Palladini concede la standing ovation al match-winner Pazzi, sostituito da Santoni. Shiba diventa punta centrale, con Santoni e Napolano esterni. Al 28' è il turno di Tracchia che sostituisce Carpani. Camillini avanza in mediana, mentre Tracchia prende la posizione di terzino sinistro.

Dopo una manciata di secondi Rossi prova la gran botta dalla distanza ma la palla carambola su un difensore della Samb. Al 35' Rachini fa posto a Ristè mentre per la Samb Forgione fa rifiatare Napolano, in assoluto il migliore dei suoi insieme a Pazzi. Partita dai ritmi lenti e molto spezzetata, per questo il direttore di gara decide di concedere un recupero corposo di 5 minuti apparso esagerato visto che la partita non aveva più nulla da raccontare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-12-2012 alle 20:25 sul giornale del 24 dicembre 2012 - 615 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, recanatese, samb, Recanatese Calcio, girone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HBI