Citt@verde: 'Lottizzazione Sabbatucci, non inghiottiremo il rospo'

Lottizzazione Sabbatucci 3' di lettura 18/10/2012 - La lottizzazione Sabbatucci eredita dal Piano Regolatore Secchi votato dal Centro destra con il voto contrario dei gruppi dell’allora centro sinistra è la più grande Lottizzazione:,20 ettari di suolo mai edificati e 100.000mc di edifici che sia avvenuta nella storia della città.

Una decisione presa senza vera consultazione in una città in cui il territorio consumato pro capite è secondo uno studio di Legambiente primo nelle Marche tanto da far meritare la Maglia Nera. La lottizzazione in variante ex Sabbatucci con le sue 100 abitazioni mono e bifamiliari e 1000 residenti previsti è inserita in un’area urbana fortemente gravata sul piano ambientale in cui grava il traffico verso la A14 ,la superstrada 77 e la provinciale 485. Una emergenza quotidiana di pericoli,di inquinamento da PM10 ,da rumori che da anni sta assediando il Quartiere di Santa Maria Apparente. Gli ambientalisti hanno sempre contestato i contenuti del Piano Regolatore Secch. In quesl piano era presente l’area Sabbatucci con un Piano Norma.

Un Piano Norma non era “gradito” ai proprietari per cui oggi Sindaco e maggioranza sono orientati d’intesa con le proprietà ad approvare una Variante al Piano Norma per consentire che le circa 100 abitazioni,un centro commerciale,la protezione civile,ecc per 100.000 mc vengano realizzati. Si tratta quindi di un nuovo Piano di Lottizzazione di INIZIATIVA PUBBLICA in variante del Piano Norma prima esistente. Con questa variante si consumeranno TUTTI i 20 ettari della superficie.Un consumo di suolo ingiustificato.Ma in questa lottizzazione c’è di peggio e di più grave.

Per far posto alle abitazioni si taglia una grande porzione di areatutelata non edificabile del PTC denominata “affacci collinari”e occorre altra variante al PRG per permettere la realizzazione di una riotatoria. Noi facciamo una proposta al sindaco Corvatta,una proposta che va nella direzione dei suoi slogan elettorali:Cambiare Davvero, meno consumo del territorio. La proposta che avanziamo non COMPRIME il diritto acquisito dei privati, non cambia la destinazione d'uso di quell’area garantita dal PRG,non cambia la cubatura complessiva. Quello che cambia é solo il contenuto del Piano di Lottizzazione di iniziativa Comunale .Nel concreto non si consumerebbe e cementificherebbe tutta l'area ma si approverebbe un nuovo Piano di Lottizzazione con diversa tipologia delle abitazioni con accorpamenti ti residenziali di qualita’salvando anche l-area tutelata dal PTC.

Sulla restante area si puo ipotizzare verde pubblico, parco per bambini, ecc, Contro questa proposta si agitata artatamente lo spauracchio che chi vota la modifica ossia i consiglieri i consiglieri comunali incapperebbero nella violazione di diritti acquisiti e quindi chiamati a risarcire il presunto danno. Questa eventualità presente nella sentenza N°500/1999 della Corte di Cassazione non esiste. A chi agita finti spauracchi noi diciamo:non si modifica il PRG ma solo i contenuti di Una lottizzazione .Questa e competenza legittima del consiglio comunale Noi abbiamo salutato con entusiasmo al programma del centro sinistra sulla Urbanistica partecipata,sulla trasparenza,ecc.

Tutti elementi negati nei 17 anni di governo del centro destra. Oggi assistiamo su questi elementi specie di governo del territorio ad una sorta di continuitá di metodi e contenuti con la passata gestione. Le nostre sono associazioni indipendenti e continueremo il nostro impegno a difesa del territorio a prescindere di chi governa la città e non ingoireremo questo rospo.Su questo problema ci mobiliteremo per contrastare la scelta,per far valere anche la nostra proposta attraverso opportune iniziative.


da Citt@verde
associazione ambientalista Civitanova Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2012 alle 21:12 sul giornale del 19 ottobre 2012 - 1328 letture

In questo articolo si parla di politica, legambiente, civitanova marche, clp, citt@verde, lottizzazione sabbatuci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/E8o





logoEV
logoEV
logoEV