Droga, clandestini e carabiniere aggredito: due arresti a Civitanova

Carabinieri 3' di lettura 11/10/2012 - Anche ieri pomeriggio non si sono placati i controlli che i Carabinieri di Civitanova Marche hanno avviato nelle numerose abitazioni occupate da clandestini. Una raffica di segnalazioni al 112 dell’arma civitanovese sono piovute anche nelle ultime ore: a denunciare situazioni di spaccio e invasioni di abitazioni sono ancora i cittadini del centro come dei quartieri di San Gabriele.

Per dare risposta alle decine di chiamate arrivate anche ieri, appunto, sono scese in campo le pattuglie della stazione, guidata dal maresciallo Lucarelli, i carabinieri di quartiere e i militari del nucleo operativo. Le segnalazioni di ieri arrivavano dai giardini dell’ente fiera e da Corso Garibaldi. I carabinieri del nucleo operativo si sono appostati proprio in quei giardini, per individuare il via vai oggetto delle chiamate al 112. Individuato un giovane lo hanno iniziato a pedinare sospettandolo di spaccio di stupefacenti. Ma ad un tratto l’uomo ha distratto qualcosa che teneva in mano e ha spintonato un carabiniere del nucleo operativo, dandosi alla fuga.

Inseguito a piedi per le strade circostanti, sotto gli occhi di molti curiosi, i due carabinieri sono riusciti ad avere ragione del fuggitivo anche se questi ha seguitato ad aggredirli sino a quando non veniva bloccato e tratto in arresto. Violenza a pubblico ufficiale e detenzione fini spaccio di stupefacenti, sono le ipotesi di reato a suo carico per cui è stato formalizzato l’arresto del giovane, tunisino di 26 anni noto alle forze di polizia. Uno dei due carabinieri, che ha subito principalmente l’aggressione, se la caverà fortunatamente con pochi giorni di prognosi. Quindi è stato condotto in serata presso la casa circondariale di Ancona, a disposizione della Procura di Macerata.

Le insistenti chiamate alla Caserma Piermanni, circa la presenza di stranieri in abitazione, al momento disabitata e da ristrutturare di Via Garibaldi, ha invece messo in moto nel pomeriggio gli uomini della stazione carabinieri di Civitanova. Hanno identificato un paio di clandestini magrebini, avviati per l’espulsione, ma nel contempo sono riusciti a bloccare un altro di loro. Si tratta anche in questo caso di un tunisino, 21 enne clandestino. I Carabinieri di quartiere lo hanno bloccato mentre transitava dinanzi a quell’abitazione a bordo di uno scooter. Bloccato, hanno verificato che l’aprilia scarabeo, era oggetto di furto denunciato a San Benedetto del Tronto un paio di settimane fa. Ma quel veicolo era stato “decorato” con pezzi e carenature rubate, riconosciute dagli stessi carabinieri della stazione civitanovese che avevano assunto la denuncia, come quegli accessori asportati in danno di un civitanovese. Il tunisino, anch’egli noto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto a fermo di indiziato di reato di ricettazione.

Anche lui è stato condotto al carcere di Ancona a disposizione della magistratura del capoluogo. Le incessanti attività condotte dai carabinieri in queste ore, stanno provando ad arginare l’arrivo di numerosi clandestini in città, in questi ultimi tempi. Nelle sole ultime tre settimane e con l’operazione odierna, salgono a 22 i magrebini clandestini controllati. Molti di loro sono stati denunciati per occupazione di edifici e, nelle ultime 24 ore, 3 sono stati arrestati/fermati anche per reati in materia di stupefacenti. L’utilità di segnalare – con apprezzato senso civico - ai carabinieri, come alle altre forze di polizia sul territorio, è certamente provata dalle attività messe a frutto in questi giorni dal Comando di Via Carnia.






Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2012 alle 22:47 sul giornale del 12 ottobre 2012 - 711 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, spaccio, stupefacenti, elisa tomassini, quartiere san gabriele, arrestidroga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EQP





logoEV
logoEV
logoEV