Calcio: Ancora un pareggio per la civitanovese

2' di lettura 01/10/2012 - La Civitanovese non sa più vincere. Ieri pomeriggio, in quel di Celano, la formazione rossoblù guidata dall'ottimo tecnico Cornacchini non è andata oltre un pari e ha dovuto addirittura giocare a difesa del risultato a causa dell'espulsione di Mallus decretata dal direttore di gara Viotti di Tivoli ed arrivata al 23 minuto della ripresa.

La partita ha visto l'undici locale andare subito in vantaggio con l'ex Lazzarini che di testa insacca ma, per fortuna della squadra ospite, il guardialinee segnala un fuorigioco. E' stato certamente questo campanellino d'allarme a svegliare la Civitanovese ed infatti, solamente un minuto dopo, prima Mandorino su punizione e poi La Vista da fuori area impensieriscono seriamente il portiere ospite Nutricato ma le loro conclusioni non portano lo 0 a 1 sperato.

Un ex ha sempre il dente avvelenato, non a caso l'occasione più importante della formazione locale viene costruita dal bomber Lazzarini che, lasciato colpevolmente libero in area dalla difesa ospite, non riesce incredibilmente a siglare la rete del vantaggio. Passano i minuti ma lo 0 a 0 non si schioda, da segnalare i due tiri dalla distanza di Mandorino risultati innocui per la squadra allenata da Pierleoni e il bel traversone messo all'interno dell'area da Di Stefano sul quale ancora Lazzarini si dimostra impreciso alla conclusione. Termina così un noioso primo tempo che si chiude sullo 0 a 0. La ripresa vede in avanti la Civitanovese alla ricerca del gol utile per sbloccare il risultato ma sia La Vista che Ravasi non riescono a portare con le loro iniziative un vero pericolo all'estremo difensore del Celano, la parità è ben accettata dallo schieramento di casa che non ha nessuna intenzione di sbilanciarsi per creare delle difficoltà ai rossoblù e preferisce rimanere in campo con ordine a difesa del risultato aspettando l'occasione buona.

Si arriva al 68 minuto, Mallus (gia ammonito) ottiene il secondo cartellino giallo dall'arbitro e si vede buttar fuori lasciando così i suoi compagni con un uomo in meno per il restante del match, l'episodio fa arrabbiare Mister Cornacchini che, preso dal momento, dice qualche parola di troppo al direttore di gara che preferisce non sorvolare su quanto sentito e prende la (discutibile) decisione di espellerlo. I minuti conclusivi raccontano di una Civitanovese stanca ma grintosa e che, nonostante fosse in 10 contro 11, ha gettato le ultime energie residue alla ricerca dell'insperato gol vittoria, l'ultimo brivido l'ha poi regalato capitan Mandorino con una bordata dai 25 metri che ha sfiorato di poco l'incrocio dei pali. I 4 minuti di recupero non servono a far sbloccare il risultato di parità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2012 alle 16:56 sul giornale del 02 ottobre 2012 - 791 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, civitanovese, celano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EqK





logoEV
logoEV