Urla le sue ragioni in comune, viene denunciato alla Polizia

Palazzo Sforza 1' di lettura 28/08/2012 - E' tornato in comune Giovanni Baldini il napoletano che ha minacciato di gettarsi dal balcone del comune all'inizio di Luglio.

Baldini é tornato in comune martedí per chiedere nuovamente aiuto all'amministrazione comunale che peró stavolta ha agito per vie legali. “ Abbiamo ripetutamente ascoltato l'uomo nei giorni scorsi, e personalmente mi sono adoperato, insieme all’assessore Sglavo, per aiutarlo nel pagamento del canone di affitto della abitazione dove vive - ha detto Tommaso Corvatta - Gli abbiamo proposto una cifra consistente, tremila euro, e anche di aiutarlo a trovare una nuova abitazione. Ma il sig. Baldini non solo non si accontentava, ma ha continuato con un tono arrogante e ostile, che mi ha costretto a denunciarlo alla Polizia di Stato. Nessuno, dunque nemmeno lui, può permettersi di rallentare il lavoro del Comune.”

Di diversa opinione la famiglia di Baldini che ha dichiarato "La funzione del comune è svolgere dei servizi ed aiutare i cittadini, perció é nostro diritto rivolgerci a questa autoritá alla quale noi oggi chiediamo indietro la nostra dignità attraverso un lavoro che ci permetta di mandare avanti la famiglia e trovare un’altra sistemazione". Auspica un maggiore controllo sulle case popolari la moglie di Giovanni che ha detto infine "Ci sono tante case popolari assegnate a famiglie che non sono piú indigenti il comune dovrebbe controllare. Se una famiglia non ha piú bisogno, l’appartamento dovrebbe essere dato a rotazione a chi ne ha piú necessità”.






Questo è un articolo pubblicato il 28-08-2012 alle 21:08 sul giornale del 29 agosto 2012 - 669 letture

In questo articolo si parla di civitanova marche, case popolari, palazzo sforza, udienza, elisa tomassini, tommaso corvatta, napoletano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Del





logoEV
logoEV