Recanati: Notturni Leopardiani, un successo la serata finale

Notturni Leopardiani 2' di lettura 10/08/2012 - Emozione protagonista della serata conclusiva dei Notturni Leopardiani, organizzata dal Centro Nazionale Studi Leopardiani di Recanati giovedi 9 agosto. Veramente “Attimi d’Infinito” quelli vissuti nel concerto di chiusura dei Notturni Leopardiani con Ilaria Baleani e gli OperaPop: una performance di altissimo livello che è riuscita a trasmettere quell’Inesprimibile che la Musica poche volte svela facendo registrare, come si prevedeva, il tutto esaurito alla Sommità della Colle dell’Infinito.

Le straordinarie voci liriche e la presenza scenica dei tre giovani hanno rapito sin dalle prime battute un pubblico che si è fatto sentire più volte con applausi a scena aperta. Una partecipazione numerosissima e appassionata anche dalle varie parti delle Marche . Le appassionate interpretazioni di splendide pagine musicali ben note a tutti hanno fatto letteralmente palpitare la platea, creando atmosfere di pregevole suggestione; Ilaria Baleani e gli OperaPop hanno saputo dominare il palcoscenico con tocco e voci di bellissimo smalto ed espressività struggente.

Sicuramente vincente è stata la scelta di alternare composizioni di grande intensità ritmica a momenti di slancio espressivo ed altri ancora di più intima sonorità, gestiti con abilità dagli interpreti, unitamente al taglio Classico – Moderno che ha accontentato un pubblico di larga fascia e di grandi aspettative. Le celebri arie d’opera eseguite in chiave particolare si sono rivelate graditissime agli ascoltatori, ma particolarmente apprezzati con accese ovazioni sono stati i brani inediti che la Baleani ha voluto presentare in anteprima recanatese: le 3 canzoni in stile moderno “Ciascuno una complessità”, “Ancora meno”, “Alba o tramonto” tratte dall’intero ciclo “Chopinlike” che il compositore romano emergente Michele Sganga ha composto appositamente per la nostra pianista.

Un successo trionfale per la spontanea, fragorosa esplosione dei battimani da parte di un pubblico scattato in piedi, come un sol uomo, dopo l'ultima nota conclusiva del concerto. Un'emozione da serrare la gola. L’autenticità di tutto questo è stata proprio l'espressione di entusiasmo, di compiacimento, di gratitudine per gli interpreti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2012 alle 18:45 sul giornale del 11 agosto 2012 - 1150 letture

In questo articolo si parla di Centro studi Leopardiani, recanaticolle infinito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/CJR





logoEV
logoEV