Popsohia: Due opinioni Leader del Diritto e dell'economia per l'ultimo Venerdì

2' di lettura 02/08/2012 - Il massimo del Diritto e dell'Economia per l’ultimo venerdì (domani 3 agosto) di questa seconda edizione di Popsophia. Il Festival ospita uno dei più importanti giuristi italiani, nonché politico di alto profilo e giornalista dalla penna affilata.

Stiamo parlando di Stefano Rodotà, che alle 21.30 nella cornice liberty di Lido Cluana a Civitanova Marche, è chiamato a partecipare a quel puzzle collettivo nel quale da Vito Mancuso a Gianni Vattimo, passando per Maurizio Ferraris si è tentato, nel corso dei tre precedenti venerdì, di comporre il paesaggio contemporaneo del “Pensare il presente”. Ma il venerdì si apre già nel pomeriggio con un personaggio interessante e di rilievo nel giornalismo economico italiano contemporaneo. Si tratta dell’economista del Corriere della Sera Federico Fubini, che alle 18.30 nella sala conferenze dell’Hotel Miramare costruisce la propria tesi su “Noi siamo la rivoluzione”, libro che il giornalista fiorentino ha pubblicato recentemente con Mondadori.

L’autore ci accompagna lungo un viaggio in sette tappe, dalla Thailandia sino ad arrivare a Catanzaro, attraversando, da est a ovest, la rivoluzione del XXI secolo. La compressione e l’accelerazione del tempo, i social network e lo scambio di idee tra posti lontani, il ruolo di coloro che si oppongono al fare massificato, l’incrociarsi dello sviluppo economico con le tradizioni locali. In questo turbine di novità e cambiamento anche l’Italia può fare la sua parte. Alle 21.30 al Lido Cluana, invece, Rodotà cercherà di delineare le linee guida della vita e delle regole che la disciplinano, il concetto di libertà, il presentarsi della nuova stagione dei diritti e il valore dei beni comuni. In dialogo con il filosofo Umberto Curi, ormai padrone di casa a Civitanova, Stefano Rodotà sarà introdotto dal Punto di Paolo Pagliaro che torna in occasione della chiusura della seconda edizione di Popsophia.

La seconda serata, invece disseta coloro che amano l’arcano. La galleria di Piazza XX Settembre alle 23.30, ci porta nel mondo della chiaroveggenza con i racconti di Isidoro Sparnanzoni che tratteggia la figura di Pasqualina Pezzolla detta La Montesanta. Riallacciandosi al discorso di Pierluigi Pizzi che ne aveva delineato i legami con il regista Federico Fellini, Sparnanzoni ci racconta il resto, tutte le tinte fosche con le quali ha costruito il suo libro sulla celebre veggente di Civitanova Marche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2012 alle 18:43 sul giornale del 03 agosto 2012 - 847 letture

In questo articolo si parla di economia, spettacoli, civitanova marche, diritto, popsophia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/CqW





logoEV
logoEV