SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Giorgi (Idv)/ Registro Coppie di Fatto: 'Segno di civiltá che sosteniamo'

2' di lettura
1012

paola giorgi

“Istituire il registro per le coppie di fatto è un segno di civiltà che da tempo l’Idv sostiene e chiede per far compiere un passo in avanti ai diritti dei cittadini”. Paola Giorgi, vice presidente dell’assemblea legislativa delle Marche, sprona il Comune a concretizzare il registro , una realtà già attuata nelle società più evolute d’Europa e del mondo.

Ed è quindi importante che Civitanova sia in prima linea per questa battaglia facendo da traino al diritto legittimo che le coppie, sia eterosessuali che omosessuali, hanno di potersi unire scegliendo una via alternativa a quella del matrimonio. “Noi abbiamo accolto questa sfida da tempo perché i diritti civili per l’Idv sono fondamentali in quanto alla base dello sviluppo culturale di ogni Paese.

Ed anche le esigenze dell’Italia stanno cambiando e le istituzioni non possono fare finta di niente voltandosi semplicemente dall’altra parte. Possono invece raccogliere questa sfida per una società più equa e più libera da pregiudizi”, riflette Paola Giorgi ricordando che in passato ha presentato il progetto promosso dall’associazione Diritto Forte, e patrocinato dal Consiglio regionale, “Omosessuale Eterosessuale. Qui non fa la differenza”. La differenza è un valore e il confronto delle differenza rappresenta un momento di crescita collettiva ” .

Dal livello locale fino al nazionale, l’Idv sta lottando per cambiare le cose in un contesto sociale che fatica a digerire i mutamenti. “Un esempio del nostro impegno su questo versante è la proposta di legge, promossa dal presidente Antonio Di Pietro, sull'estensione del matrimonio civile anche alle coppie omosessuali, perché il partito è da sempre schierato in difesa dei diritti delle persone omosessuali perchè i diritti individuali sono lo specchio della qualità e della maturità di ogni democrazia”.



paola giorgi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2012 alle 20:27 sul giornale del 28 luglio 2012 - 1012 letture