Recanati: Approvato in consiglio comunale il piano di Protezione Civile

Protezione civile 2' di lettura 04/07/2012 - Il Consiglio Comunale di Recanati nella seduta del 2 luglio 2012 ha approvato all'unanimità il Piano Comunale di Protezione Civile ai sensi dell'art. 14 della Legge Regionale 32 del 2001.

"Dopo un lungo e qualificato lavoro da parte dell'Area tecnica, diretto e coordinato dall'Architetto Agostinelli Claudio, finalmente anche la nostra città si è dotata di uno strumento fondamentale per la gestione più efficace possibile delle eventuali emergenze da rischio sismico, meteorologico, idrogeologico, chimico-industriale - dice il consigliere comunale e presidente della commissione urbanistica Franco Frapiccini che ha promosso e seguito il lavoro, unitamente al consigliere Mirco Scorcelli -. Il piano è composto da 8 tavole riguardanti l'intero territorio comunale nelle quali sono individuate: la rete idrogeologica-stradale-eliportuale, la carta dei grandi rischi, la carta delle aree destinate al ricovero della popolazione in caso di emergenza, la rete idrica e l'acquedotto, la rete di distribuzione dell'energia elettrica, la rete fognaria, la rete della pubblica illuminazione e la rete del gas metano.

Queste otto tavole costituiscono il Piano quadro di riferimento per i successivi piani di emergenza legati ai singoli scenari di rischio". Oltre a queste otto tavole il piano è composto da un allegato nel quale sono specificate le funzioni del Centro Operativo Comunale che è il gruppo di persone individuate all'interno della pianta organica del comune e del gruppo volontari della protezione Civile coordinato da Raffaela Caraceni. Il COC è una struttura verticistica organizzata militarmente al cui vertice è posto il Sindaco e che è composta da persone individuate in funzione delle loro conoscenze specifiche che le rende adatte a svolgere le funzioni loro assegnate e dettagliatamente descritte in 10 schede, per altrettante funzioni specifiche che si attivano automaticamente al verificarsi di ogni emergenza.

"E' stato un lavoro intenso che ha portato a termine rapidamente un lavoro già avviato con passione e competenza dal Geom. Alfredo Campagnoli ed al quale ha partecipato attivamente il gruppo dei volontari della protezione civile, a cui è andato l'espresso ringraziamento da parte di tutto il consiglio comunale per tutta l'attività svolta costantemente a favore della città - conclude Frapiccini - E' un lavoro che non finisce qui ma che andrà costantemente aggiornato e implementato con la redazione dei piani operativi per i singoli rischi. Con questo lavoro possiamo dire con certezza che la nostra città è più sicura e più attrezzata ad affrontare eventuali emergenze. Ora c'è solo da sperare che non si verifichino mai.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2012 alle 16:33 sul giornale del 05 luglio 2012 - 685 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale, protezione civile, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Bb7