SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Corso di Italiano alla Biblioteca Zavatti

2' di lettura
1492

Anche quest'anno si è tenuto il corso di italiano per stranieri presso la Biblioteca Comunale Silvio Zavatti, che da due anni a questa parte ha reso possibile l'organizzazione di un valido corso di alfabetizzazione linguistica per adulti, con lezioni serali gratuite ogni giovedì.

Sono stati circa 18 gli alunni del corso promosso dalla biblioteca, tenuto dalla Dott.ssa Angela Giustiniani, docente che ha prestato la sua professionalità a titolo gratuito per l'intera durata dell'iniziativa, partita lo scorso novembre. Un gruppo eterogeneo composto da donne e uomini di ogni età e provenienza, dai paesi dell'europa dell'Est, all'Africa, all'Asia e al Sud America, che nel mese di giugno ha formalmente chiuso il proprio percorso di formazione con il ritiro degli attestati di partecipazione. L'idea non era semplicemente quella di insegnare l'italiano per fornire una prima alfabetizzazione utile a comprendere la lingua e cercare lavoro, ma anche quella di trasmettere diritti civili, regole e leggi del nostro paese, facendo anche riferimenti alla realtà politica e culturale attuale, per formare cittadini stranieri più consapevoli, aiutarli nel processo di integrazione e favorire la socializzazione tra popoli e culture diverse.

Secondo il Presidente della Biblioteca, l’arch. Marco Pipponzi, i corsi come questo rappresentano un'importante opportunità: sono rivolti infatti a gruppi particolarmente svantaggiati dal punto di vista dell’integrazione sociale e culturale, talvolta con grandi problemi per quanto riguarda l’apprendimento dell’italiano, in quanto appartenenti a comunità con sistemi linguistici e di scrittura molto distanti dal nostro (come il cinese e l'arabo). L'iniziativa ha avuto un ottimo riscontro tra i partecipanti, che hanno frequentato regolarmente le lezioni e hanno manifestato il desiderio di proseguire il percorso di apprendimento linguistico. L'auspicio è di poter garantire continuità a queste attività nel nostro comune, perchè costituiscono il modo migliore per garantire l’integrazione dei cittadini stranieri nella comunità, favorendo la coesione multietnica e la cultura della conoscenza e del rispetto reciproco.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2012 alle 16:13 sul giornale del 27 giugno 2012 - 1492 letture