Porto Recanati: 'La torre che ride', la 'migliore rappresentazione' va agli Orsi di Vicenza

teatro le perfide 3' di lettura 24/06/2012 - La Torre “ride” con gli Orsi di Vicenza. E’ infatti la Compagnia dell’Orso con “La Strana Coppia” ad essersi aggiudicata il Premio per la “migliore rappresentazione.”I giovani attori vicentini hanno ricevuto, sabato sera, dalle mani del sindaco Rosalba Ubaldi, il premio più ambito del I° Festival Nazionale del Teatro Brillante, che si è tenuto a Porto Recanati dal 18 al 23 giugno.

Nella splendida cornice dell’Arena Beniamino Gigli, davanti ad un pubblico attento e ogni giorno sempre più numeroso, cinque serata all’insegna dell’humor e della qualità. E cinque compagnie che si sono date battaglia con talento e personalità. Durante la serata di sabato, 23 giugno, in un atmosfera magica da “sogno di una notte d’inizio estate”questo il titolo della serata conclusiva del Festival, gli splendidi abiti della ditta Giemme hanno sfilato sul palcoscenico dell’Arena, accompagnandosi a due autentici virtuosi della danza: Lorenzo Tarabelli e Federica Agostinelli della “Tarabelli Dance Accademy,” il tutto “condito” dal ritmo scatenato di Adriano Taborro e del suo Ensamble composto da Alessandra Roganti alla voce, Riccardo Andrenacci alla batteria, Paolo Galassi alla chitarra e basso e naturalmente Adriano Taborro alla chitarra.

Durante questa serata, così variegata e accattivante, sono state consegnate le “Torri”ai vincitori della manifestazione. Questo il verdetto della giuria: il premio per il migliore allestimento è andato al “Diavolo con le Zinne” della Compagnia Teatro dei Picari, il premio è stato consegnato da Luisa Scassellati Sforzolini, responsabile per la comunicazione de “La Torre che Ride”; mentre l’assessore al Turismo Elena Leonardi ha consegnato una “Torre” ad Elisabetta Rubini, della Compagnia Colpi di Scena, come attrice non protagonista, nel ruolo di Jacqueline, per la commedia “Monsieur Masure ed una “Torre” a Gigi Santi del Teatro dei Picari sempre come attore non protagonista nel ruolo del Cardinale in “Il Diavolo con le Zinne”; invece è stato compito dell’assessore alla Cultura Glauco Fabbracci premiare rispettivamente la migliore attrice e il migliore attore protagonista e qui le “Torri” sono state divise, “ex equo,” tra le tre protagoniste del “Clan delle Vedove”: Francesca Campogalliani, nel ruolo di Rose, Loredana Sartorello nel ruolo di Marcelle e Gabriella Pezzoli nel ruolo di Jackie, e tra Paolo Marchetto e Diego Dalla Benedetta rispettivamente Oscar e Felix in “La Strana Coppia.

Andrea Caldarelli per il Gruppo Teatrale Pedaso si è aggiudicato la ”Torre” come miglior regista ed a premiarlo ci ha pensato il presidente del Consiglio Provinciale, Paolo Cartechini. E visto che è il pubblico è il vero artefice della fortuna o sfortuna di un spettacolo, il premio del Gradimento, è andato alla Compagnia Campogalliani con il “Clan delle Vedove”, la “Torre” è stata consegnata dalla presidente della FITA Marche, Federica Bernardini. Il clou della serata è stata la consegna della “Torre” alla Compagnia dell’Orso, che con “La Strana Coppia, oltre ad aggiudicarsi il premio per la migliore rappresentazione, si è vista consegnare dal sindaco Ubaldi anche un assegno da mille euro. La serata è stata presentata, con simpatia e disinvoltura, dal direttore artistico del Festival, Stefano Cosimi e dalla sua signora, Paola. La manifestazione è stata organizzato dalla FITA Marche in collaborazione con il comune di Porto Recanati, le “Torri” sono nate dalla creatività del maestro Nino di Fazio.






Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2012 alle 17:45 sul giornale del 25 giugno 2012 - 1931 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, porto recanati, festival, torre che ride

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/AMP





logoEV
logoEV
logoEV