Convegno sulla sicurezza, 'Necessario confrontarsi con tutti gli operatori'

Angelo Lambiase 3' di lettura 29/04/2012 - Si é tenuto sabato sera un incontro sulla Sicurezza a Civitanova organizzato per "unire le nostre forze affinché insieme possiamo avere un quadro della situazione a 360° - ha detto Angelo Lambiase segretario del sindacato UIL Polizia) - Questo sistema di partecipazione permetterà di operare chirurgicamente sulle varie problematiche della sicurezza. .

Diverse le proposte venute fuori durante la serata come la partecipazione di tutti gli operatori ad un tavolo comune, l'individuazione di portavoce nella comunità che si facciano referenti dei comitati di quartiere insieme a quelli Istituzionali come i Sindacati delle varie forze di Polizia delle Guardie Giurate dei Vigili Associazioni. Lambiase ha messo a conoscenza i presenti anche di un sondaggio secondo cui cittadini e commercianti chiedono una partecipazione diversa con le forze di Polizia sul modello del poliziotto di quartiere. Ne é venuta fuori la voglia di essere piú presenti da parte della cittadinanza e la volontá di poter segnalare ciò che si potrebbe migliorare o dove intervenire. "Secondo alcuni, l’istituto della denuncia và applicato dove realmente serve e non per segnalare uno spacciatore o una persona sospetta. - ha detto Lambiase- Un'analisi più approfondita della segnalazione permetterebbe di andare a colpo sicuro sul problema, razionalizzando e risparmiando sul personale che verrebbe impiegato dove c’è ne fosse più bisogno."

Riportato in auge anche l'annoso problema dell'orario di chusura, momento veramente sentito dai commercianti civitanovesi che proprio in quell'ora del giorno temono per la loro incolumitá. "Tra i commercianti intervistati la maggioranza avverte che in quella mezz’ora in cui effettuano la chiusura sarebbe gradita maggiormente la presenza di forze di Polizia a turno tra Polizia, Carabinieri, Vigili - ha rivelato Lambiase - Questo a mio avviso è già un primo passo verso la partecipazione con la categoria." Lambiase ha poi concluso con alcuni spunti per la razionalizzazione della spesa, "Per esempio si potrebbero togliere i Vigili di servizio dal Mercato Ittico considerato che per 12 anni non ci sono più stati problemi sulla sicurezza. Da incontri con le parti sindacali è emerso poi che il Comandante non riesce a seguire i ricorsi alle multe e si è pensato bene di farlo fare ad un avvocato che per seguire quest’iter burocratico grava nelle casse del Comune con circa 120 Euro a pratica. Le parti sindacali inoltre avvertono di non aver mai visto in tanti anni un' ingerenza politica così arrogante e sfacciata dove chi gestisce il corpo di Polizia Municipale è continuamente sotto pressioni da personaggi che hanno delle deleghe non proprio conformi alle norme generali. Gli operatori UiL, esperti nel settore, non riescono nemmeno a dare consigli sulle scelte da fare per l’arroganza di alcuni amministratori che impongono a tutti i costi il loro pensiero."

Lambiase ha poi concluso rilfettendo sulle corpo di Polizia cittadino "A oggi nel giro di pochi anni ha perso 12 unità; e trattandosi di personale che lavorava in strada, volante e poliziotto di quartiere, la situazione non ci sembra consona ad una città che nel 2011 ha visto triplicare i reati denunciati. Molti hanno parlato di questo problema ma poi non sono seguiti i fondamentali fatti. Una condizione fondamentale e per la quale il nuovo Questore di Macerata potrá richiedere nuovo personale solo attraverso le richieste di tutti noi tramite il Sindaco".

All'evento sono intervenuti anche il Segretario Provinciale Siap Crisci Antonio e Vice Gala Roberto Segreteria Uil Guardie Giurate Mosconi Antonio Candidato Sindaco Tommaso Claudio Corvatta l'On. Borghesio e l’On. David Favia.






Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2012 alle 14:10 sul giornale del 30 aprile 2012 - 963 letture

In questo articolo si parla di sicurezza, politica, civitanova marche, idv, convegno, elisa tomassini, angelo lambiase, tommaso corvatta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ypU





logoEV
logoEV
logoEV