Citt@Verde: Serve aria pulita e non veleni

smog 3' di lettura 12/04/2012 - L’aria che respiriamo ci farà ammalare? Dobbiamo aspettare un altro rapporto epidemiologico dell’Arpam ho dagli errori compiuti arrivano provvedimenti urgenti? I provvedimenti della Ecozona che abbiamo definito Ligth stabiliti dal Sindaco e dall’assessore all’ambiente si sono rivelati un grave fallimento.

La centralina Arpam ha registrato dall’inizio dell’anno ad oggi seppur con analisi ha lasciato scoperto almeno 14 giorni che gli sforamenti massimi consenti in un anno nella misura di 35 sono stati già superati.La centralina Arpam ci racconta dati allarmanti come quando il tetto massimo delle PM10 di 50 nanogrammi per metro cubo di aria è stato superato toccando la punta di 100 microgrammi. La centralina di rilevamento Arpam ci racconta che l’Ecozona voluta dall’assessore è stata un vero e proprio fallimento.Quali danni produrrà questo drammatico inquinamento dell’aria alla salute dei cittadini lo sapremo al prossimo rapporto epidemiologico che l’Arpam o altra autorità sanitaria realizzerà.Oggi sappiamo che i danni dell’inquinamento dell’aria prodotti sulla salute dei cittadini sono gravi.Lo studio Arpam esistente che ha esaminato gli anni passati è preoccupante. Lo studio ci dice che l’inquinamento dell’aria da PM10 e non solo è stato causa incentivante di malattie legate all’apparato cardio respiratorio,delle allergie,ecc.Patologie che aggravano in particolare le persone anziane e i bambini.

Nonostante questi dati che fra l’altro confermano una situazione che si protrae da anni l’unica risposta è stata inasprire in modo light i contenuti dell’ecozona e istituendone un’altra a Santa Maria Apparente senza fra l’altro intaccare lungo la 485 che attraversa questo quartiere la percorribilità dei TIR non stabilendo una deviazione obbligatoria sulla Superstrada. Le PM10 è un grave fenomeno che investe varie zone del paese.Le PM10 vengono prodotte per la maggior quantità dal traffico privato,dalle emissioni industriali ,dalle fonti di riscaldamento,ecc.Inquinamento sempre presente perché ogni territorio ne produce lo importa e lo esporta. Abbattere le PM10 è un compito che la pubblica amministrazione deve avere come prioritaria perché è prioritaria è la salute dei cittadini. E’ un compito difficile ma è altrettanto vero che i Sindaci ,il nostro Sindaco essendo per legge la massima autorità sanitaria del territorio ha ampi poteri per mettere in atto provvedimenti utili per combattere le PM10.L’arma amministrativa sono le ordinanze.

Servono ordinanze per istituire Zone a Traffico Limitato e riservato ai residenti e alla logistica,come urge una Ordinanza per deviare il Traffico pesante che inquinba San Marone e Santa Maria Apparente sulla Superstrada.Serve un trasporto pubblico Urbano efficace,veloce,certo.Urgono piste ciclabile Urbane in centro come esistono in tante realtà simili alla nostra. Serve fermare il percorso autorizzativo del cavalcavia mostro che porterà altri mezzi di trasporto in centro e realizzare la Variante alla Statale 16 per ridare vita a via F.bandiera e C.Colomboliberandole dall’inquinamento e dai pericoli,ecc. Che la Giunta Mobili su questi temi abbia fallito è sotto gli occhi di tutti,basta sentire l’odore dell’aria che respiriamo in zone della città ad alta densità di traffico. Ora siamo alla sfilata politico elettorale,alle dichiarazioni .Quello che però deve essere chiaro e detto ai cittadini quale spazio avrà la situazione viabilità inquinamento nei provvedimenti che saranno adottati nei fatidici primi 100 giorni da chi sarà eletto Sindaco di Civitanova.


da Citt@verde
associazione ambientalista Civitanova Marche




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2012 alle 16:12 sul giornale del 13 aprile 2012 - 646 letture

In questo articolo si parla di traffico, polveri sottili, politica, civitanova marche, smog, pm10, citt@verde

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/xF6





logoEV
logoEV