Recanati: Al Café Opera é di scena il quartetto Jazz di Filippo Fanó

2' di lettura 21/02/2012 - Venerdì 24 febbraio, ultimo appuntamento del mese per la rassegna jazz del Café Opera, a Recanati. Sul palco un quartetto guidato da Filippo Fanò presenterà il primo lavoro discografico del bandleader: Pagine, prodotto dall’etichetta discografica RADAR.

“Pagine” arriva dopo la pluriennale esperienza che il pianista perugino di formazione classica ha svolto per le produzioni di EGEA Small. E’ infatti dentro quel meraviglioso humus creativo fatto di storie, immagini e note che nasce l’idea di raccogliere un insieme di composizioni originali per farle diventare un disco di musica strumentale, al confine tra il camerismo classico, il jazz, i linguaggi popolari e la musica a programma. Di pregevole fattura musicale, Pagine è un disco dal contenuto eterogeneo: ora lirico e profondamente espressivo, poi audacemente ritmico, ironico. Scrive Fanò: «Ci sono alcune espressioni, nello sconfinato universo dei significanti, che sintetizzano meravigliosamente un sistema di relazioni, più che riferirsi ad un’entità precisa. Una di queste è la parola pagina, che mette assieme il contenitore e il suo contenuto, l’involucro e la sostanza. I libri che svelano le conoscenze, raccontano i prodigi e conservano le memorie del genere umano sono per lo più composti da fogli di carta, così come gli elenchi di numeri e nomi o i quaderni e i taccuini.

Carta, materiale fibroso inerte ritagliato in molteplici dimensioni, carta liscia o rugosa, colorata di bianco, nero o giallo. Materia che rimarrebbe tale se non vi si imponesse sopra la parola scritta, o un disegno, oppure tre note e una pausa di un quarto. E’ solo a quel punto che la cellulosa prende vita e si trasforma in pagina: la pagina di un romanzo, pagine di appunti oppure pagine di musica». Il disco vede la partecipazione di uno straordinario Gabriele Mirabassi al clarinetto e Catherine Bruni al violoncello oltre alla bellissima voce di Greta Panettieri: eccezionale vocalist romana da tempo impegnata sulla scena newyorchese. I tre si aggiungono al “W” quintet (Cristiano Arcelli e Pedro Spallati, sax; Igor Spallati, contrabbasso; Alessandro Paternesi, batteria) formazione per la quale il progetto è stato originariamente concepito e arrangiato. Nel CD è contenuta anche una short animation tratta dall’opera di Justine Puren “The Shadow Boy”, montata dagli artisti di Loading Lab su testo scritto e interpretato da Elisabetta Vergani. Una pagina video, che non pretende di essere la ricostruzione di un intreccio narrativo bensì uno dei mo(n)di possibili di immaginare il foglio di musica con cui si esprime.

La rassegna musicale del Café Opera si avvale della partnership del Musicamdo Jazz, rappresentante del Marche Jazz Network nella Provincia di Macerata. Il concerto è gratuito e inizia alle 22:30.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2012 alle 18:22 sul giornale del 22 febbraio 2012 - 988 letture

In questo articolo si parla di jazz, spettacoli, recanati, Cafè Opera, caféopera, filippo fanó

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/vwR





logoEV
logoEV