SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Potenza Picena: Venerdí 24, la Bandabardó scalda il Palasport

3' di lettura
1410

Venerdì 24 febbraio alle 21,30 il Palasport di Porto Potenza Picena (via Piemonte), ospita il concerto della Bandabardò che fa tappa nelle Marche con lo “Scaccianuvole tour 2012”. La serata è organizzata dalla Elite Agency srl di Morrovalle, in collaborazione con la “Festa della birra di Montecosaro Scalo”, e ha il patrocinio del Comune di Potenza Picena.

La Bandabardò, una delle live band più trascinanti del panorama italiano, proporrà gli inediti dell’ultimo disco “Scaccianuvole” e una selezione di brani rock e folk del suo ricco repertorio. Il costo biglietto è di 15 euro più i diritti di prevendita (info: r.rossi@eliteagency.it, tel 338.7177052 e/o 0733.865994).
E’ possibile acquistare i ticket per lo show on line su www.bookingshow.com (dove è possibile anche individuare il punto vendita più vicino cliccando sul link http://www.bookingshow.com/servizi/vendita.asp), oppure nei negozi specializzati di tutta la regione tra cui la Casa della Musica, Corso Umberto I 103 Civitanova Marche
Venerdì 24 sarà possibile acquistare i ticket per il concerto alla Biglietteria del Palasport.

Il tour Scaccianuvole sta registrando uno straordinario successo di pubblico anche perché la band toscana, ormai “maggiorenne” con i suoi 18 anni di attività, si contraddistingue da sempre per l’intensa attività live: tantissimi concerti, sempre affollati di cori, sorrisi ed abbracci. La novità più rilevante del tour è nel cambio di formazione: alle percussioni di Ramon sono subentrate la fisarmonica di Alberto Becucci – dai Camillocromo - e la tromba e flicorno di Rocco Brunori. Ma non mancheranno Enrico “Erriquez” Greppi (cantante, chitarrista, fondatore ed ideologo della banda, autore dei testi e di gran parte delle musiche), Alessando M. “Finaz” Finazzo (chitarrista virtuoso), Andrea “Orla” Orlandini (chitarrista abbellitore), Marco “Don” Bachi (contrabbassista) e Alessandro Nutini – “il giovane Nuto” (batterista). La rinuncia ai colori dei Caraibi è stata fatta in favore di un suono più morbido che ha allargato lo spettro di possibilità sonore e di suggestioni offerte dal gruppo. Alle danze si sono aggiunti in scaletta pezzi dalle atmosfere più romantiche e sognanti e il potenziale ‘ballerino’ dei loro concerti ne è risultato così ampliato.

A scaldare la platea prima dell’esibizione della Bandabardò “L' ARMATA BRANCALEONE” (support band dello show). Per comporre la scaletta la Banda attinge all’intero repertorio – oltre 100 canzoni – e ovviamente al neonato “Scaccianuvole”, che con le sue dodici canzoni inedite propone una Bandabardò più melodica, un po’ meno patchanka e un po’ più chanson, i cui personaggi spesso burleschi sembrano raccontati da trovatori medievali su morbide ballate e allegri rondò. Il nostro è uno strano presente, difficile da afferrare sia pur attraverso la più lucida analisi, un presente di ostentazione e paradisi dorati, di passioni da basso ventre dove è facile perdersi nella confusione e cercar rifugio nel più privato dei sogni. Ecco allora che queste figure alleg oriche di eroi/antieroi possono offrire degli spunti illuminanti. Nei personaggi dell’ultimo disco riecheggiano infatti le gesta di molti antieroi, letterari e non: un donchisciottesco Mago Scaccianuvole alla ricerca d’un nuovo sole, una Rosina (detta anche Rosa Luxembourg) che sembra “metter l’amore sopra ogni cosa” e per la cui liberazione si mobilita un intero paese (forse non proprio quello di Sant’Ilario). Houdini è un ottimo esempio per chi ancora desideri liberarsi dai legacci. Scaccianuvole racconta anche di eroi involontari del nostro quotidiano: Benigni, Saviano, Gino Strada e le mamme. Infine i Maya che, tra mito e speranza, forniscono una nuovissima bussola per orientarsi meglio tra ciò che vale e trovar la strada per i propri sogni.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2012 alle 16:58 sul giornale del 20 febbraio 2012 - 1410 letture