Ingente il bottino della rapina alla gioielleria De Santis. Il titolare aggredito con lo spray urticante

allarme 1' di lettura 15/02/2012 - Sembra essere di alcune centinaia di migliaia di euro il bottino della rapina alla gioielleria De Santis. La rapna è avvenuta intorno all'orario di apertura, il proprietario, Rodolfo De Santis è stato legato e aggredito.

De Santis, ha aperto la porta lui stesso ai due rapinatori, due uomini di cui uno dei due con un italiano non proprio fluente. Lo stesso, aveva già acquistato un anello qualche giorno prima nella stessa gioielleria e tornando in gioielleria accompagnato ha spiegato che anche il suo amico voleva un anello. Come il gioielliere si è girato per prendere gli anelli, i due sono passati dietro il bancone e l'hanno afferrato per il collo e spintonato.

L'uomo è stato aggredito con uno spray urticante e legato mani e polsi, a quel punto i due malviventi hanno avuto campo libero per vuotare la cassaforte e portare via il malloppo in tutta tranquillità. E' stato a quel punto che De Santis è riuscito a dare l'allarme e cercare aiuto per liberarsi.

Il gioielliere è stato quindi trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso mentre i due rapinatori si erano già dileguati, sembra dirigendosi a piedi verso viale Matteotti. Sul posto sono accorsi gli agenti del locale commissariato che stanno visionando i nastri della video sorveglianza, i due hanno infatti agito a volto scoperto, perciò i loro volti sono sicuramente impressi nel video del circuito interno






Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2012 alle 19:01 sul giornale del 16 febbraio 2012 - 786 letture

In questo articolo si parla di cronaca, rapina, civitanova marche, allarme, Gioielleria, elisa tomassini, bottino, de santis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/vhb





logoEV
logoEV
logoEV