SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Primarie PD: Rossi, 'Inutile forma di glorificazione verso Silenzi'

3' di lettura
711

Pier Paolo Rossi
A nome di una consistente parte del PD e come sostenitore della candidatura di Catia Bigoni ci tengo a ringraziare quegli iscritti (90 circa) che hanno accolto il nostro appello (anche quei sei che distrattamente non lo hanno recepito) all’ astensione esprimendo anche il loro dissenso per questa inutile forma di glorificazione.

Non una gran prova invece ha dato l’incensato Segretario Silenzi nelle sue dichiarazioni post votazione. Credo che come untore di sana democrazia Silenzi avrebbe dovuto rispettare l’appello fatto da Catia Bigoni e da tutti i suoi sostenitori come forma di dissenso nei confronti di una scelta “politica” fatta dal proprio partito che ha dato all’esterno la solita immagine poco credibile. Accusare Catia Bigoni di poca serietà per l’appello fatto e parlare sarcasticamente di concorsi di bellezza non fa altro che evidenziare l’arroganza di una figura autoritaria più che autorevole.

Poco chiare invece le affermazioni riguardanti il risultato di queste primarie interne che secondo il Segretario sono un premio a chi ha lavorato per costruire ed unire ed una risposta a chi invece ha fatto il contrario cercando di dividere con polemiche fini a se stesse: spero che con queste dichiarazioni Silenzi non faccia riferimento a quella parte del PD civitanovese che, pur spesso dissentendo dalla direzione politica assunta dal partito, ha sempre agito con correttezza e orgoglioso senso d’appartenenza perché sarebbero dichiarazioni gravi mirate esclusivamente all’individuazione di buoni e cattivi e quindi si a dividere più che ad unire. Il risultato di queste elezioni a mio avviso invece propone dei segnali pericolosi: voler dimostrare che il 70% degli iscritti sono dalla sua parte dà all’esterno l’immagine di una gestione personalistica di un sistema totalizzante che testimonia la natura per nulla pluralistica di un partito che invece deve geneticamente garantire molteplicità di idee e di scelte e che deve superare il perimetro dei tesserati proponendosi apertamente a tutti i simpatizzanti di centrosinistra; in secondo luogo Silenzi sembra dare ampi segnali di cedimento mostrando tutta la fragilità di quella sicurezza di risultati che da sempre sfoggia.

A confermare questo secondo segnale il fatto che per queste primarie si sia voluto far ricorso anche ad un “seggio elettorale a domicilio” di cui però ne Silenzi ne i media hanno parlato: trattasi non di seggio mobile tradizionalmente dedicato agli elettori costretti in ospedale ma a veri e propri seggi porta a porta organizzati “appositamente” ma, purtroppo, legittimati delle sfavorevoli condizioni meteorologiche. Chiudo con l’auspicio che la Segreteria del Pd cittadino, a dimostrazione di tanto slancio democratico, consenta in occasione delle primarie del 3 e 4 marzo, attraverso la redazione di un giusto regolamento, la elezione di un candidato che sia espressione netta, nitida e maggioritaria dell’elettorato di centro sinistra legittimandone di conseguenza il diritto di scelta attraverso l’utilizzo del doppio turno sul modello maceratese.



Pier Paolo Rossi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2012 alle 18:32 sul giornale del 14 febbraio 2012 - 711 letture