SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CRONACA
articolo

Controllo del territorio costiero: due arresti

2' di lettura
520

Carabinieri in stazione

Le temperature gelide stanno affliggendo la costa e dunque si è reso necessario un controllo da parte degli uomini dell'arma in quei luoghi in cui la presenza dei senzatetto è più sentita.

I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche hanno eseguito un’operazione di controllo del territorio costiero, nei comuni di Civitanova e Porto Recanati mediante l’impiego di 5 pattuglie del Radiomobile e delle stazioni di Civitanova e Porto Recanati. Ispezionate le sale d’attesa ed i sottopassi delle Stazioni Ferroviarie. Nessuna assistenza si è resa necessaria, né stanotte né stamane; invece molti viaggiatori ordinari sono stati notati, dalle pattuglie a piedi dei carabinieri, nella sala d’attesa ferroviaria di Civitanova Marche, ad aspettare i convogli della linea adriatica. Istituiti anche posti di controllo alla circolazione stradale, sulle principali vie di comunicazione, ed attuato un concorso nei servizi in atto al casello A14 dove, dalla mezzanotte, è in vigore il divieto di transito dei mezzi pesanti.

A Civitanova è stato rintracciato e tratto in arresto un siciliano di 40 anni, destinatario di un ordine di carcerazione per reati connessi all’immigrazione clandestina, accaduti un paio d’anni fa nel Lazio. A Porto Recanati è stato invece tratto in arresto un colombiano di 23 anni, anch’egli destinatario di un ordine di carcerazione, emesso dalla magistratura dorica, per reati di stupefacenti commessi sempre a Porto Recanati 5 anni fa. Dovrà espiare un anno e quattro mesi di reclusione ed è stato condotto dai carabinieri porto recanatesi alla casa circondariale di Montacuto.

Dalle prime ore del mattino, pattuglie dell’Arma della Compagnia di Civitanova impegnate a Recanati, dove ha iniziato a nevicare nella notte. Al momento non si registrano particolari difficoltà nella circolazione.



Carabinieri in stazione

Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2012 alle 19:06 sul giornale del 11 febbraio 2012 - 520 letture