Potenza Picena: Continuano le mareggiate. Costantini (VAMS): 'A rischio le biodiversità territoriali'

Mareggiata Porto Potenza 07Feb2012 1' di lettura 07/02/2012 - Non mollano gli effetti del maltempo sulla costa dell’Area Sud di Porto Potenza Picena. Prima una mareggiata che ha procurato numerosi allagamenti e lo straripamento della foce Asola, poi l’emergenza neve, ed ora di nuovo una mareggiata.

Restano evidenti le cicatrici dell’ultimo allagamento sul Piazzale di Via Gramsci ed ora l’associazione Valorizzazione Area Mare Sud lancia l’ennesimo grido di allarme sulla messa in sicurezza del torrente. Le mareggiate, come avviene ormai da anni durante la stagione invernale, fa accumulare sulla riva della parte più a Sud del litorale Portopotentino detriti e sabbia occludendo lo sfogo delle acque fluviali così da procurare a monte delle pericolose esondazioni che lambiscono le mura delle strutture edilizie, allagano scantinati e danneggiano gli spazi pubblici e nel tempo stesso procurano una costante erosione della costa.

Questo processo d’erosione oltre a causare disagio per le opere civili presenti lungo la costiera devasta la flora di quest’area mediterranea tanto che, secondo il Presidente di VAMS Stefano Costantini, il rischio concreto della sottovalutazione di questo problema potrebbe portare all’estinzione di alcune specie vegetali presenti lungo la costa mutando così in modo irreversibile le biodiversità caratteristiche di territorio.


da
Stefano Costantini
Presidente Associazione 'Valorizzazione Area Mare Sud'







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2012 alle 17:41 sul giornale del 08 febbraio 2012 - 1033 letture

In questo articolo si parla di cronaca, maltempo, porto potenza picena, mareggiate, stefano costantini, associazione valorizzazione area mare sud, associazione area valorizzazione mare sud

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/uVe





logoEV
logoEV