Porto Recanati: Favoriva l'immigrazione clandestina. Espulso

Polizia di Stato 1' di lettura 01/02/2012 - Un cingalese è stato espulso con l'accusa di introduzione illegale di stranieri su territorio italiano. Lo straniero rintracciato dai militari della stazione dei carabinieri di Porto Recanati, risultava già destinatario di un decreto di revoca del permesso di soggiorno.

La revoca del permesso di soggiorno era stata emessa dal Questore di Macerata in data 11.04.2011. A carico dell'uomo è emersa una condanna emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Macerata il 01.12.2010: l’uomo si presentava allo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura con richieste di nulla osta al lavoro per conto di ditte compiacenti o ignari, in modo da far ottenere il rilascio di permessi di soggiorno. Tutto ciò dietro il pagamento di lauti compensi.

Il personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura, ha accompagnato l'uomo coattivamente alla frontiera aerea di Milano Malpensa per lasciare l'Italia.






Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2012 alle 18:33 sul giornale del 02 febbraio 2012 - 683 letture

In questo articolo si parla di cronaca, bangladesh, immigrazione clandestina, polizia di stato, elisa tomassini, espulsione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/uGy





logoEV
logoEV
logoEV