Omicidio Tarkowska: Foresi si è avvalso della facoltà di non rispondere

1' di lettura 17/01/2012 -

Sembra confermato, Maurizio Foresi che sabato scorso ha ucciso la moglie Grazyna Tarkowska sparandole all'addome, era sotto cure sotto cure mediche. Farmaci non particolarmente forti prescritti dopo il trattamento ASO al quale Foresi si era sottoposto dopo la lite precedente lite con la moglie lo scorso dicembre.



Proprio a seguito della precedente lite, i carabinieri avevano diffuso una direttiva per la revoca del porto d’armi a tutte le autorità amministrative di competenza. I tempi tecnici hanno comunque impedito che il ritiro avvenisse in tempo per evitare la tragedia.

L'uomo è apparso in mattinata di fronte al gip di Macerata Enrico Zampetti che ha il fermo disponendo la custodia cautelare in carcere. Ad assistere l'uxoricida che in mattinata si è avvalso della facoltà di non rispondere, c’era l’avvocato Maria Gioia Squadroni che sembra chiederà una perizia psichiatrica per il suo assistito. Foresi dopo l’udienza e’ stato ricondotto nel carcere di Montacuto ad Ancona.

E' intanto iniziata in giornata l’autopsia sul cadavere di Grazyna, condotta dal medico legale Antonio Tombolini. L’esame dovra’ stabilire quanti dei dieci colpi esplosi abbiano effettivamente raggiunto la donna. La Tarkowska ha inutilmente cercato di salvarsi scappando dalla cucina alla camera da letto, mentre la figlia diciannovenne della coppia correva al piano di sotto, dove abita una zia, per chiedere aiuto.






Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2012 alle 15:48 sul giornale del 18 gennaio 2012 - 1516 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, fermo, civitanova marche, civitanova alta, elisa tomassini, Grazyna Tarkowska, maurizio foresi, custodia cautelare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/t25





logoEV
logoEV
logoEV