SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CULTURA
comunicato stampa

Recanati: Museo civico: un omaggio a Luigi di Sarro con la mostra 'Morfologie esistenziali'

2' di lettura
616

Luigi di Sarro

Dal 23 settembre al 30 ottobre, al museo civico di Villa Colloredo Mells, saranno esposte 35 opere dell'artista-medico Luigi di Sarro.

Si apre il 23 settembre alle ore 18:00 la mostra - curata da Paola Ballesi e promossa dal Comune di Recanati in collaborazione con il Centro di documentazione e ricerca artistica 'Luigi Di Sarro' di Roma, con l’Associazione 'Spazio Cultura' di Recanati e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Macerata - 'Morfologie esistenziali' in omaggio a Luigi Di Sarro, medico e artista, già docente di Anatomia all’Accademia di Belle Arti prima di Macerata poi di Roma, che negli anni Sessanta e Settanta aveva maturato un’importante ricerca sperimentale sul linguaggio figurativo e le sue forme.

Una ricerca nutrita di grande libertà espressiva, libera come la sua giovane vita improvvisamente interrotta la notte del 24 febbraio 1979 quando incontrò un assurdo destino. Luigi Di Sarro è morto a 37 anni, ucciso per un tragico errore da forze dell’ordine in borghese durante i controlli nella capitale nel cosiddetto periodo degli 'anni di piombo'.

Alla dolorosissima perdita la famiglia ha cercato di reagire fondando il Centro 'Luigi Di Sarro', uno spazio nel quartiere Prati di Roma per ospitare il suo archivio e promuovere giovani artisti emergenti, attraverso cui l’amore dell’arte per la vita e della vita per l’arte possa continuamente rinnovarsi e trovare ulteriori appassionate conferme.

Luigi di Sarro appartiene a quella generazione di artisti utopici che hanno attraversato con varia fortuna la metà degli anni Sessanta e tutti gli anni Settanta, convinti che l’arte dovesse farsi carico di un radicale progetto di cambiamento dei propri linguaggi e di tutto il mondo.

La mostra ricostruisce l’ultima stagione dell’artista, che affida al segno e al gesto visivo le sue intense prospezioni esistenziali frutto di una ricerca di carattere sperimentale allo scandaglio della morfologia e dei segreti dell’immagine strettamente e intimamente intrecciati con gli enigmi della vita, documentati con opere di grafica, fotomontaggi e fotografie cui l’artista ha consegnato forse il percorso investigativo a lui più congeniale.





Luigi di Sarro

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2011 alle 16:07 sul giornale del 22 settembre 2011 - 616 letture