Porto Recanati: notte tranquilla all' House dopo le ultime rappresaglie. E l'Arma parla francese..

carabinieri all'hotel house 2' di lettura 16/09/2011 -

I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche continuano a vigilare, con la loro presenza nelle ore “calde”, il condominio Hotel House di Porto Recanati. Ed è appena trascorsa la prima notte senza interventi al condominio multietnico dopo che, per una settimana, si erano susseguite proteste, dettate da intolleranza fra africani e magrebini per le loro attività illecite.



La Stazione di Porto Recanati, dopo una settimana piuttosto intensa, anche stanotte è riuscita a garantire la vigilanza al condominio per scongiurare ogni nuova sacca di violenza. La notte precedente era stato persino travolto un appuntato dei carabinieri al quale un algerino aveva opposto resistenza, procurandogli lesioni lievi. L’arresto per violenza e resistenza è stato convalidato stamane al palazzo di giustizia di Macerata. Una situazione in evoluzione, quindi, su cui l’Arma sta mantenendo gli occhi addosso per comprendere logiche e dinamiche.

Preziosa si sta rivelando la presenza di un maresciallo dell’Arma, in servizio alla Stazione di Porto Recanati, madrelingua francese che ha avviato in questi giorni un proficuo dialogo. E’ riuscito, anche la notte del 13 settembre, a rivelarsi convincente sia coi senegalesi che coi tunisini, tanto da indurli – anche dopo l’intervento sui luoghi del Sindaco di Porto Recanati – a rinunciare ad ogni forma di protesta e di violenza. Anche nella giornata di ieri il “saper comunicare” coi residenti si è rivelato essenziale per svolgere le attività in assoluta sicurezza, catturando persino i consensi di molti abitanti che, dai balconi del palazzone, hanno spesso gridato “CARABINIERI – GRAZIE”.

Solo negli ultimi otto giorni sono stati 15 gli interventi eseguiti in emergenza da parte delle autoradio della compagnia Carabinieri di Civitanova marche, sempre in tempo per evitare il degenerarsi della situazione. Una situazione che rimane decisamente delicata e che viene tenuta, ogni ora, sotto stretta osservazione per scongiurare ogni nuova forma di violenza.






Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2011 alle 18:15 sul giornale del 17 settembre 2011 - 761 letture

In questo articolo si parla di cronaca, immigrati, carabinieri, porto recanati, hotel house, elisa tomassini, sorveglianza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ppW





logoEV
logoEV