Hotel House e Area Ceccotti: nuovi arresti e denunce

Carabinieri 2' di lettura 15/09/2011 -

Civitanovesi e Portorecanatesi svegliati anche oggi dai rumori di sirene ed elicottero dell’Arma per restituire vivibilità a due aree dove, la presenza di persone dedite a reati veniva spesso segnalata dai cittadini alle forze di polizia. Una nuova risposta dell’Arma civitanovese alle legittime istanze di sicurezza dei cittadini che vede impegnati oltre 40 carabinieri della costa. I Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche stanno infatti eseguendo, da questa notte, una pressante operazione di controllo del territorio sia a Porto Recanati, presso il condominio Hotel House, che a Civitanova, presso le aree Ceccotti e fosso Via IV Novembre.



Il condominio Hotel House di Porto Recanati, teatro da sabato scorso di ripetuti episodi di intolleranza fra cittadini stranieri di diverse nazionalità (è popolato da circa 3.000 persone di 40 etnie diverse) anche questa notte era oggetto di vigilanza fissa da parte dei carabinieri.

Una Pattuglia di Carabinieri di Porto Recanati, mentre fermava uno straniero che stava fuggendo, è stata aggredita; un carabiniere è attualmente medicato in ospedale per lesioni lievi e profilassi. Carabinieri che, a differenza di qualche mese fa e subito dopo l’omicidio di Draif Lofti, sono accolti con favore e –proprio questa notte – hanno ricevuto una collaborazione fattiva di alcuni africani, per lo più senegalesi, per acciuffare e difendersi dalle furie del magrebino. Ancora operazioni di controllo e perquisizioni domiciliari, attuate a seguire da una decina di pattuglie dell’Arma, col concorso di unità cinofila dei carabinieri di Pesaro e dell’elicottero Ax 109 del 5° elinucleo Carabinieri di Falconara che all’alba ha supportato i colleghi sia all’house che a Civitanova.

Altri fermi a Porto Recanati sono in atto, mentre a Civitanova sono state ispezionate dai militari dell’Arma tombini e canale di scorrimento acque, con la collaborazione di operai comunali. Irruzione anche in Area Ceccotti dove è stata individuata una capanna con all’interno 5 clandestini, già noti perché autori di furti e spaccio di droga. Le laboriose operazioni di fermo, identificazione, foto segnalamento e accompagnamento all’Ufficio Stranieri per i successivi inoltre ai CIE, coinvolgeranno gli uomini dell’Arma di Civitanova per tutta la giornata. Uno straniero fermato per un furto commesso nella notte ad uno chalet ed un arresto per furto in flagranza, eseguito all’alba a Civitanova dai militari del radiomobile, nel corso dei controlli; sventati quindi due furti a chalt e ad un bar della zona nord della città.
Ulteriori sviluppi ed aggiornamenti verranno resi noti nel pomeriggio.






Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2011 alle 11:27 sul giornale del 16 settembre 2011 - 1264 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, immigrati, carabinieri, porto recanati, civitanova marche, clandestini, controlli, denunce, hotel house, elisa tomassini, area ceccotti, fosso via IV novembre

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/pmC





logoEV