SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Potenza Picena: Replica della giunta comunale a Il Centrodestra

2' di lettura
634

“L’ennesima invenzione di Acquaroli contenuta nel suo articolo apparso sulla stampa locale nei giorni scorsi, secondo il quale “il mancato rispetto del patto di stabilità nel 2009 (…) oggi ci impedisce spese straordinarie o l’accensione di mutui” è privo di ogni fondamento ed è una pura menzogna”. Inizia così la replica della Giunta Comunale a un articolo del Gruppo Consiliare Il Centrodestra e del Capogruppo Francesco Acquaroli.

“Acquaroli ignora che i mutui, ai fini del calcolo del patto di stabilità, non sono considerati tra le entrate mentre le spese per le opere pubbliche finanziate con i mutui sono considerate uscite; questo semplice calcolo aritmetico comporta inevitabilmente un saldo negativo. Questo è il motivo per cui non possono essere accesi i mutui. L’accensione di un mutuo per finanziare un’opera pubblica compromette quindi il rispetto del patto di stabilità. Eppure questi argomenti sono stati illustrati innumerevoli volte in Consiglio Comunale, alla presenza del Consigliere Acquaroli, ci sono pure le norme che disciplinano il patto di stabilità; basta leggerle.

Acquaroli, ignora totalmente anche la gravissima crisi economico-finanziaria in cui versa lo Stato italiano che è rovesciata sugli Enti Locali con continui tagli ai trasferimenti (400 mila euro nel 2011 per il nostro Comune); l’attuale manovra finanziaria compromette la possibilità degli Enti Locali a garantire ai cittadini i servizi essenziali (servizi sociali, servizi scolastici, trasporti). Non si riesce a capire come Acquaroli ignori tutto questo, non si preoccupi della gravissima situazione e si impegni invece a intervenire sulla stampa con menzogne. Pensi Acquaroli quanto sarebbe più costruttivo il suo impegno se si occupasse di illustrare alla sua parte politica, oggi al governo, le esigenze e le difficoltà degli enti locali.

Riguardo ai danni causati dall’alluvione di inizio marzo, Acquaroli tace sui fondi messi a disposizione dal Comune, 230 mila euro, per i danni causati dal maltempo, tutti a carico del nostro Comune. Nel passato, queste spese venivano coperte totalmente con contributi provenienti dai fondi nazionali, negati in questa occasione alla Regione Marche, ma riconosciuti in modo incomprensibile alla Regione Basilicata. In che modo Acquaroli ha rappresento questo atteggiamento scandaloso, tenuto dal governo centrale, nei confronti della gente marchigiana? Che Acquaroli ignori la situazione e sia estraneo alla realtà, è ancora comprovato dal suo atteggiamento tenuto in Consiglio regionale, nella vicenda della discarica di Cingoli. La consapevolezza della situazione reale del Paese lo avrebbe sicuramente aiutato a impegnarsi in modo più rispondente alle esigenze della gente e del bene comune”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2011 alle 17:47 sul giornale del 13 settembre 2011 - 634 letture