SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > POLITICA
comunicato stampa

Marinelli/Popsophia: 'La sinistra vuole rovinare la festa. Anche Vita Vita è di chi l'ha inventata. E' scontato'

2' di lettura
966

erminio marinelli

Nello scenario di una vittoria alle amministrative, la sinistra ha già iniziato a spartire le poltrone ed ha iniziato da una delle cose più ghiotte volute dal centrodestra: Popsophia. Ora che però il PD si è reso conto di non poter occupare il posto del direttore artistico, è sbottato." Questo il commento di Erminio Marinelli, sulla questione della proprietà del marchio "Popsophia".

"Ercoli - prosegue Marinelli -, è un uomo di cultura a tutto tondo. Prima allo Sferisterio, poi in Fondazione, oggi a Civitanova. L'amministrazione è stata brava ad accaparrarselo e a sostenerlo, creandogli intorno le condizioni per costruire il successo che tutti abbiamo visto. Dal lavoro dell'Azienda dei Teatri, al sostegno della Regione Marche, al quale ho lavorato strenuamente dallo scorso novembre.

Mi sembra scontato che chi inventa una parola e un format lo registri, così è stato anni fa anche con Sergio Carlacchiani per 'Vita Vita', manifestazione che continua a dare soddisfazioni alla città. D'altronde Popsophia può esistere solo qui così come l'abbiamo vista. Chi altro può vantare sedici spazi culturali in duecento metri come quelli che abbiamo ristrutturato negli anni a Civitanova Alta? Da quindici anni, durante i miei mandati, la città si è arricchita di contenitori e contenuti che ci hanno fatto diventare un riferimento culturale in tutta la Regione. Dopo un lungo lavoro, al di là delle differenze politiche, anche l'assessore regionale Pietro Marcolini, uomo di vera Cultura, ha riconosciuto questo primato.

Tre giorni fa, tracciando il bilancio culturale di Popsophia, ha definito il Festival come uno dei più importanti delle Marche. Nell'ultimo anno in Italia, la Regione Marche e il Comune di Civitanova sono stati fra i pochi ad aver aumentato i fondi in Cultura." "Il risultato di Popsophia - conclude l'ex Sindaco -, è un risultato culturale ma anche sociale. Molti sanno che io considero la cultura parte del welfare. Le serate del Festival hanno centrato questo obiettivo: sono servite a far star meglio le persone e ad arricchire il territorio. Dal PD, all'inizio e alla fine del Festival, c'è stata solo polemica sterile. Oggi vogliono rovinare una festa che, ricordo, è stata aperta dalla medaglia del Capo dello Stato. Se non basta nemmeno questo per essere orgogliosi dei risultati della città..."



erminio marinelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2011 alle 17:11 sul giornale del 13 agosto 2011 - 966 letture