Recanati: Deleghe ai 6 Assessori provinciali nominati da Pettinari: Marangoni sulle polemiche

Enzo Marangoni 1' di lettura 03/08/2011 -

In questi giorni vari esponenti politici facenti parte della precedente maggioranza di centrodestra che governava la provincia di Macerata hanno criticato il Presidente Pettinari per non aver ancora attribuito le deleghe ai 6 Assessori provinciali da lui stesso nominati 2 mesi orsono.



Alcuni chiedono inoltre a che titolo i 6 assessori senza delega percepiscano l'indennità di funzione visto che non hanno ancora responsabilità autonome e pertanto non possono svolgere alcuna effettiva attività.

Esprimo una opinione fuori dal coro per affermare che fa benissimo il Presidente Pettinari a non attribuire le deleghe agli Assessori. Pettinari sta dimostrando così, nei fatti, l'assoluta inutilità dell'ente provincia che da alcuni decenni dovrebbe essere abolito. La provincia, per le pochissime competenze che ha, può essere infatti governata dal solo presidente Pettinari così come fu guidata per un anno dal solo Commissario. Quanto all' indennità di funzione, percepita senza motivo dai 6 Assessori non delegati, non vedo il problema: 370.000 euro circa di costo complessivo annuo degli assessori maceratesi sono una briciola rispetto ai 10 miliardi di euro l'anno che le numerosissime e inutili province italiane costano ai contribuenti.

Al massimo, giusto per salvare la faccia, i 6 assessori provinciali maceratesi pagati senza motivo, potrebbero eventualmente restituire personalmente al presidente Pettinari quanto ricevuto, magari a fine anno, come strenna natalizia. Sarebbe un bel gesto: visto che Pettinari è il solo che lavora per tutti gli assessori, sarebbe anche giusto che percepisse lui la somma delle indennità di tutti.


da Enzo Marangoni
Consigliere Regionale
Libertà ed Autonomia - Noi Centro




Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2011 alle 17:52 sul giornale del 04 agosto 2011 - 514 letture

In questo articolo si parla di provincia di macerata, Enzo Marangoni, deleghe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/n7D