SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CRONACA
articolo

Droga ed alcool nel mirino dei controlli: Due arresti e due denunce

2' di lettura
728

controllo etilometro

24 ore di controlli straordinari sono stati attuati sulla costa maceratese dai Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche. Droga ed alcool nel mirino dei trenta carabinieri che hanno operato con perquisizioni ed ispezioni su strada ed in abitazioni di Civitanova, Porto Recanati e Recanati, ad opera del radiomobile civitanovese e stazioni di Civitanova, Porto Recanati e Recanati.

Il primo episodio è occorso proprio durante un controllo di un tunisino a Porto Recanati. Era a bordo di un’utilitaria e veniva avvistato mentre procedeva sul lungomare Scarfiotti a velocità sostenuta. All’alt della pattuglia di porto recanati sono seguiti i controlli di rito, il tasso alcolemico superiore ad 1,5 g/l gli è costato il ritiro della patente e la rimozione con carro attrezzi del veicolo. Il tunisino, regolare in italia ove dimora ad Ancona, non ha gradito il provvedimento preso dai militari dell'arma, tanto che ha cercato di ostacolare la rimozione del mezzo sedendosi sul cofano e dando spettacolo dinanzi ad alcuni passanti. La scena però non è durata tanto, la fermezza dei militari ha calmato l'uomo così che le operazioni di controllo potessero essere terminate.

Controlli anche sul lungomare nord di Civitanova, con precursore ed etilometro. Eseguiti circa 300 “soffi” nel precursore, una decina di controlli approfonditi con etilometro e un ritiro di patente per guida in stato di ebrezza ad un ragazzo del luogo. A Recanati, i carabinieri del luogo, hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un giovane trentunenne del luogo. Era stato arrestato a Marcianise nel settembre 2006 per reati di stupefacenti e, per quei fatti, doveva scontare ancora una pena residua di una quarantina di giorni. È stato associato alla casa circondariale di Ancona. Analogo arresto per reati di droga, nei confronti di un tunisino fermato la scorsa notte dai Carabinieri a Porto Recanati. Era ai domiciliari a Martinsicuro (TE), dove era evaso, e doveva ritornare in carcere. Ma i militari della stazione di Porto Recanati ieri sera lo hanno controllato, riuscendo a identificarlo presso il gabinetto “AFIS” del nucleo operativo dell’Arma di Civitanova, tramite il documento di identità. È stato anche lui condotto nella notte a Montacuto.

Le attività dell’Arma subiranno un’impennata in questi giorni che preludono al ferragosto, per garantire maggiore sicurezza sulle strade ed ai turisti che hanno scelto la costa maceratese per trascorrere le loro vacanze.



controllo etilometro

Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2011 alle 16:26 sul giornale del 30 luglio 2011 - 728 letture