SEI IN > VIVERE CIVITANOVA >

Massaggio in spiaggia? No grazie. Emessa un ordinanza di divieto

1' di lettura
716

massaggio in spiaggia

Tempi duri per i massaggiatori a domicilio che spesso vediamo camminare su e giù per le spiagge e che ci propongono 15 minuti di relax a prezzi modici senza rinunciare alla tintarella. Il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini ha emanato un'ordinanza contenente misure "per la tutela dell'incolumità pubblica dal rischio derivante dall'esecuzione di massaggi lungo i litorali".

L'ordinanza prevede il divieto di offrire a qualsiasi titolo prestazioni riconducibili a massaggi estetici o terapeutici da parte di soggetti ambulanti sottolineando i rischi derivanti della prestazione a cielo aperto e ponendo particolare attenzione tra i vari rischi igenico sanitari su quelli derivanti dall'igiene personale dell'operatore e quelli connessi all'uso di oli e pomate che potrebbero facilmente generare fenomeni di allergie e problemi cutanei.

Il Sottosegretario, nel commentare il provvedimento – oltre a ribadire come "i pericoli derivanti dai massaggi effettuati da ambulanti senza preparazione né parametri igienico-sanitari al costo di pochi euro possano essere molto seri" e come siano "spesso sottovalutati dai cittadini" – ha posto l'accento sui danni a livello economico subiti dagli operatori del settore. L'On.le Martini ha infatti dichiarato testualmente di ritenere "che questo fenomeno in espansione vada assolutamente bloccato e rappresenti uno scempio nei confronti di tutti i professionisti seri del nostro Paese che lavorano in sicurezza per i loro utenti e pagano le tasse".

L'ordinanza è già in vigore ed avrà validità fino alla chiusura ufficiale della stagione balneare. Ai sindaci il dovere di dare applicazione e far rispettare l'ordinanza in collaborazione con i gestori degli stabilimenti balneari che sono tenuti a segnalare alle autorità ogni palese violazione alla legge.



massaggio in spiaggia

Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2011 alle 20:39 sul giornale del 28 luglio 2011 - 716 letture