Recanati: Sofferenza del Bilancio CNSL, la preoccupazione dell'Amministrazione Comunale

Comune di Recanati 3' di lettura 08/07/2011 -

Vogliamo esprimere tutta la nostra più grande preoccupazione legata alla situazione relativa al bilancio in forte sofferenza del Centro Nazionale Studi Leopardiani.



Una situazione che i revisori dei conti uscenti hanno evidenziato in tutta la sua drammaticità attraverso una lettera resoconto inviata a tutti i componenti del Comitato di Amministrazione, compreso il Comune che ne fa parte nella persona del Sindaco Francesco Fiordomo, e per conoscenza al Ministero. Un atto dovuto secondo gli ex revisori del Centro per evitare che i propri successori ereditino una situazione tanto grave quanto totalmente inattesa. Pensare che dietro questo gesto si nascondano invece altre motivazioni di natura recondita non ci sembra il modo più opportuno per affrontare un problema che al contrario si evidenzia palesemente come molto serio, anche tenendo in considerazione l'indiscutibile reputazione che caratterizza i due revisori uscenti che, non dimentichiamolo, sono alti funzionari della Corte dei Conti. Nella loro relazione relativa alla strutturazione del Bilancio si parla di assoluta mancanza del rispetto dei criteri di veridicità e prudenza. Due criteri fondamentali affinchè un bilancio possa godere di qualsivoglia affidabilità. Resta inteso che tali valutazioni non ci sorprendono del tutto e la poca chiarezza legata alle voci di Bilancio ci aveva spinto all'astensione durante la votazione del documento in Assemblea.

Un'astensione che, ricordiamo, era stata anche criticata e stigmatizzata sardonicamente dalla Presidenza del CNSL. In realtà questa astensione partiva da molto lontano ed era legata a richieste di documentazioni avanzate a partire dal dicembre del 2009, quando già apparivano poco chiare le varie voci d'entrata e si era cercato di intervenire per risolvere le problematicità. Una documentazione purtroppo sempre negata sino ad oggi, quando finiamo per scoprire che a copertura delle uscite di cassa sono previsti introiti derivanti dal Parcheggio sul Colle dell'Infinito ancora non realizzato e peraltro di pertinenza del Comune, anche secondo il recente parere espresso dal Tar, o residui per sponsarizzioni mai incassate negli anni precedenti e mantenuti attivi. Cosi come fortemente incerte sono le entrate previste attraverso contributi degli Enti Regione e Provincia, per non parlare di quelle legate alla vendita dell'appartamento pisano ricevuto in eridità dal CNSL alcuni anni fa.

Il Comune di Recanati, nonostante la morsa della crisi economica, ha sempre sostenuto in modo sensibile l'egregia attività svolta dal Comitato Scientifico nella convinzione che una risorsa culturale di queste dimensioni non solo non possa essere dispersa ma vada mantenuta e, se possibile, potenziata. Solo in questo anno abbiamo investito oltre 40000 euro a sostegno dei vari progetti che vanno dalla splendida iniziative dei "Mille Sul Colle", alle Celebrazioni Leopardiane, sino al progetto Leopardi-Tolstoj. Una cifra che supera di gran lunga la contribuzione di qualsiasi altro Ente e che rappresenta per le casse comunali uno sforzo importante che siamo anche disposti ad incrementare se servisse a ridurre le difficoltà che attraversa il Centro Studi Leopardiano, ma chiaramente pretendiamo tutta la massima chiarezza, trasparenza, disponibilità e collaborazione da parte dei vertici amministrativi del Centro stesso ed una politica culturale più aperta, dinamica, vicina ai giovani e alla città.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2011 alle 18:06 sul giornale del 09 luglio 2011 - 712 letture

In questo articolo si parla di politica, recanati, Comune di Recanati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m8G





logoEV