Investito dopo un litigio, il responsabile fugge e lo lascia a terra: identificato grazie ai testimoni

ambulanza 1' di lettura 26/04/2011 -

E' stato identificato grazie a dei testimoni l'uomo che nel pomeriggio del 25 aprile, alla guida di un furgone ha urtato, sembra intenzionalmente, Fabio Melatini un cinquantenne civitanovese in sella alla sua bici, ed è poi fuggito.



il litigio tra i due è iniziato in Viale Matteotti per il mancato rispetto di una precedenza, all'altezza del chiosco Galileo poi, questa la versione del ciclista, il conducente alla guida del furgone è sceso dal proprio mezzo e ha minacciato l'altro con un coltellino.

Sono volate parole grosse, che hanno portato il ciclista a sfidare l'altro a parcheggiare il furgone per discutere la questione. A quel punto però sembra che il conducente abbia stretto il ciclista verso le auto in sosta facendolo cadere. L'uomo è rimasto a terra per alcuni minuti finchè non sono arrivati i soccorsi del 118, avvertiti da alcuni passanti che nel frattempo avevano anche segnalato la targa del furgone alle autorità.

La polizia ha identificato l'investitore e acquisito le versioni dei testimoni, sul conducente del furgone pende per ora l'accusa di omissione di soccorso, sebbene sarà da stabilire qualora l'incidente sia stato provocato.






Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2011 alle 17:44 sul giornale del 27 aprile 2011 - 816 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incidente, lungomare, civitanova, ambulanza, omissione di soccorso, ciclista, elisa tomassini, furgone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/j4e





logoEV
logoEV