Porto Recanati: sesso in auto, prostituta aggredisce i Carabinieri

prostituzione 1' di lettura 16/11/2010 -

Giunta la segnalazione da parte di numerosi cittadini di Porto Recanati alla stazione dei Carabinieri in riferimento ad una prostituta che si sarebbe appartata con i clienti in auto sotto gli occhi dei loro figli, i militari sono intervenuti vicino al parcheggio di una nota discoteca, teatro poche ore prima del sequestro del magrebino poi deceduto.



Alla vista dei Carabinieri la prostituta, nigeriana clandestina, ha scaraventato il brigadiere dell'Arma, che la stava controllando, a terra con lo sportello dell'auto del 'cliente'. Si è data così alla fuga a piedi ma il sottoufficiale è riuscito a bloccarla dopo qualche centinaio di metri.

Inseguita e raggiunta dopo qualche centinaio di metri dal sottufficiale lungo la strada statale adiacente è stata accompagnata in caserma per le operazioni di fotosegnalamento ed i riscontri afis. Chiarita quindi la sua identità e definita la posizione irregolare della nigeriana, è stata tratta in arresto per il reato di violazione alle norme sull'immigrazione clandestina, resistenza a pubblico ufficiale ed anche per atti osceni in luogo pubblico. Pertanto, la donna si trova nel carcere di Camerino.






Questo è un articolo pubblicato il 16-11-2010 alle 16:07 sul giornale del 17 novembre 2010 - 2413 letture

In questo articolo si parla di carabinieri, porto recanati, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/epj





logoEV
logoEV
logoEV