Recanati: Porto Recanati: droga nascosta nei white strips, due arresti all’Hotel House

droga hotel house 2' di lettura 11/11/2010 -

Il condominio 'Hotel House' di Porto Recanati, dopo i recenti episodi di violenza e danneggiamento per dinamiche connesse allo spaccio di sostanze stupefacenti, continua ad essere oggetto di controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche che ha monitorato quei luoghi con pattuglie di vigilanza fissa. Parallelamente alle indagini per risalire agli autori degli episodi recenti, quindi, i militari hanno controllato oltre 150 automobili e identificato 186 persone.



Nelle ultime ore, inoltre, i Carabinieri di Porto Recanati hanno tratto in arresto due persone. L'operazione, scattata a seguito di un controllo tra la Statale 16 e l'Hotel House, passava in rassegna i non residenti che giungevano al palazzo multietnico per scoprirne gli interessi. E proprio durante il controllo di una Fiat, con a bordo un uomo di origine magrebina ed una donna, sospettati di essere possibili spacciatori di sostanze stupefacenti a piccoli pusher che dimorano all'House in quanto residenti altrove e con precedenti penali, è stata scoperta la loro dimora.

Si tratta di un casolare abbandonato di Santa Maria in Potenza dove i due hanno costituito la loro 'tana' per il confezionamento della droga e lo spaccio al minuto. All'interno, i Carabinieri hanno rinvenuto 18 involucri contenenti eroina nascosti nelle confezioni di whitestrips, il materiale per il confezionamento, frullatori e 600 euro in contanti. Pertanto i due sono stati tratti per concorso in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Inoltre, nel corso della perquisizione, sono stati ritrovati 6 telefoni cellulari e un computer portatile di probabile provenienza furtiva. Un'informativa è stata quindi inviata alla magistratura per deferire i due anche per la ricettazione.








Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2010 alle 18:03 sul giornale del 12 novembre 2010 - 687 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto recanati, Sudani Alice Scarpini, spaccio di sostanze stupefacenti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/eho





logoEV
logoEV