Potenza Picena: inottemperante ad un decreto di espulsione, in manette un tunisino

Carabinieri di notte 2' di lettura 04/11/2010 -

Un'auto con a bordo due o tre persone che presumibilmente avevano asportato dagli scaffali di un negozio di griffe di Civitanova alcuni capi è stata segnalata all'alba di giovedì dalla vigilanza privata al Comando della compagnia dei Carabinieri di Civitanova.



Tre pattuglie (radiomobile, di Morrovalle e Porto Recanati) erano impegnate sul territorio per i controlli. Avviate immediatamente le ricerche con posti di controllo lungo le arterie principali, l'auto sospetta è stata intercettata sulla statale a Porto Potenza Picena.

La vigilanza non aveva segnalato esattamente il modello dell'auto ma, da diversi giorni, i cittadini segnalavano una Bmw sospetta che girava spesso di notte. Proprio a bordo della Bmw i Carabinieri hanno sorpreso due albanesi ed un tunisino, già noto per reati contro il patrimonio e connessi agli stupefacenti. Dagli accertamenti successivi l'auto sulla quale viaggiavano, intestata ad uno degli albanesi, era sprovvista di assicurazione mentre il tunisino è risultato in stato di clandestinità ed inottemperante ad un decreto di espulsione dal territorio emesso dal Prefetto di Pescara.

Pertanto, il tunisino S.T. di 26 anni è stato tratto in arresto mentre la Bmw è stata posta a sequestro. Mentre dagli accertamenti dei militari, la posizione dei tre è stata chiarita. I tre non avrebbero nessun collegamento con il furto a Civitanova in quanto stavano tornando da un locale notturno di Porto Potenza Picena.

Nel frattempo i controlli, continuati a Porto Recanati, i Carabinieri del luogo hanno tratto in arresto un foggiano di 35 anni che deve ancora scontare sei mesi di reclusione, in forza di un decreto di ripristino di ordine d’esecuzione emesso dal Tribunale maceratese negli scorsi giorni, per un fatto dell'11 settembre 2006.

G.D., già noto alle Forze dell'Ordine per reati vari, aveva procurato problemi all'interno di un bar del centro dove aveva inoltre aggredito e provocato lesioni a due Carabinieri di Porto Recanati. Il 35enne è stato quindi condotto presso la casa circondariale di Ancona.






Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2010 alle 16:42 sul giornale del 05 novembre 2010 - 755 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresti, carabinieri, porto recanati, porto potenza picena, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/d3b





logoEV
logoEV