SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > CULTURA
articolo

Seconda edizione dei Quaderni D\'Arte, incisioni per ricordare l\'arte di Ciarrocchi

1' di lettura
1029

Si rinnova la piacevole tradizione, iniziata l\'anno scorso, di regalare agli ospiti illustri del Comune, pregevoli calcografie, realizzate nel laboratorio d\'incisione allestito nei sotterranei della Pinacoteca Civica.

\"Si vuole valorizzare un\'arte, come quella dell\'incisione che richiede grande qualità – ha spiegato il vicesindaco e assessore alla cultura Erminio Marinelli – con i Quaderni D\'Arte editi in novanta esemplari lo scorso anno, a cui si vuole dare continuità, coinvolgendo artisti locali\".


Quest\'anno saranno 110 le cartelle artistiche, con all\'interno due stampe incise all\'acquaforte della professoressa Manuela Cerolini e dell\'artista Sandro Pazzi, che raffigurano uno scorcio di Civitanova Alta ed uno del Porto. \"Con questo progetto – ha spiegato la Cerolini – vorremmo creare relazioni tra le agenzie artistiche presenti a Civitanova, perchè mettersi insieme significa lavorare con più forza\".


Il segreto per Sandro Pazzi è di puntare sui giovani che \"devono essere sempre valorizzati, io non li ho scoperti ma raggruppati. Speriamo di poter realizzare una mostra con un\'arte meno nota, la calcografia ma che richiede un lavoro complesso, che spesso le persone comuni ignorano\". Ieri mattina Enrica Bruni, direttrice della pinacoteca Moretti ha inaugurato il laboratorio per le scuole, insieme ad una scolaresca. \"Il laboratorio sarà aperto anche agli adulti – ha spiegato la Bruni – siamo in contatto con artisti spagnoli e polacchi, per poter realizzare una mostra internazionale, oltre all\'evento annuale della mostra dell\'associazione La Luna\".


Grazie ai materiali donati dalla famiglia dell\'artista Arnoldo Ciarrocchi, si è potuta avviare questa tradizione artistica, che ne ricorda l\'opera, insieme a Piero Capozzucca.





Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2010 alle 00:02 sul giornale del 23 febbraio 2010 - 1029 letture