Consiglio provinciale, seduta aperta per celebrare il \'Giorno del Ricordo\'

sala consiglio provinciale macerata 2' di lettura 17/02/2010 - Venerdì 19 febbraio alle 9,45 il Consiglio provinciale di Macerata si riunirà in “seduta aperta” a Porto Recanati per celebrare il “Giorno del Ricordo”.

In collaborazione con il Comune e con l’Istituto comprensivo “Enrico Medi”, la seduta consiliare, presieduta da Umberto Marcucci, avrà luogo nell’auditorium della scuola, in via Dante Alighieri, di fronte a 150 alunni delle terze classi della scuola media.


La dirigente scolastica, Daniela Boccanera, ha previsto la partecipazione anche degli allievi del “Parlamento scolastico” aderenti al progetto ministeriale “Cittadinanza e Costituzione”. Oltre alle autorità cittadine sono state invitati Sindaci ed autorità della provincia. Il sindaco di Porto Recanati, Rosalba Ubaldi, ha convocato per l’occasione il Consiglio comunale, che pertanto terrà seduta congiunta con l’assise provinciale.


Agli interventi di apertura del primo cittadino e del presidente della Provincia, Franco Capponi, seguirà una relazione introduttiva, sul tema “Foibe ed esodo sul confine orientale d’Italia: una conferma adriatica del Novecento come secolo assassino e criminale”, a cura del prof. Fulvio Salimbeni, docente di Storia contemporanea all\'Università degli Studi di Udine e presidente del Comitato di Trieste e Gorizia dell\'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano.

“Così come avvenuto tre settimane fa a Camerino per la “Giornata della Memoria” sulla “Shoah”, abbiamo deciso di celebrare la seduta del Consiglio provinciale dedicata al Giorno del Ricordo in una sede scolastica, davanti ad una platea di studenti, in quanto – ha sottolineato il presidente del Consiglio, Umberto Marcucci – attraverso la conoscenza e la memoria delle atrocità del passato dobbiamo trasmettere ai giovani i valori del rispetto della vita e della pace tra i popoli”.

Da un’indagine effettuata nel gennaio scorso dall’istituto nazionale di ricerche Ferrari Nasi & Associati è emerso che solo il 37,7% degli italiani conosce esattamente cosa sia stata la tragedia delle foibe; il 37,2% non ne ha mai sentito parlare; il 20,1% ne ha sentito parlare ma non sa cosa sia; il restante 5% ha dato una risposta sbagliata.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2010 alle 16:03 sul giornale del 18 febbraio 2010 - 1054 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, provincia di macerata, porto recanati, consiglio provinciale, giorno del ricordo





logoEV
logoEV
logoEV