Regionali: per il quotidiano di Crespi, Marinelli è perdente

erminio marinelli 2' di lettura 07/02/2010 -

L\'analisi politica della testata on line Clandestinoweb prevede un governo regionale Spacca bis, in quanto il centrodestra \"avrebbe deciso di perdere le elezioni\", candidando Erminio Marinelli, 58 anni medico di professione, ex sindaco ed attuale vicesindaco di Civitanova



Clandestinoweb, la testata on line diretta da David Parenzo, con Pierluigi Diaco come vicedirettore e Luigi Crespi, incorona Gianmario Spacca come prossimo governatore delle Marche. “ Marinelli parte azzoppato in partenza, essendo maceratese. Per una regione che conta un milione e mezzo di abitanti, i berlusconiani hanno scelto un uomo legato limitato ad un territorio di appena trecentomila persone. Davvero pochi.”, si legge nell\'articolo.


Nel pezzo si punta il dito sul fatto che Erminio Marinelli, “uomo degnissimo” per molti è un emerito sconosciuto. Viene definito “una terza fila del partito nella regione”. “Poteva essere una bella partita e invece, dalla sera alla mattina la squadra ‘azzurra’ ha dato forfait, con tanti auguri ai marchigiani che votano Pdl, rassegnati già – prima ancora della campagna elettorale – ad altri cinque anni di centro sinistra.”, conclude l\'articolista.


Tra le alternative da contrapporre “contro l’uscente e ingrigito governatore pidista Gianmario Spacca”, in una regione in bilico tra centrodestra e centrosinitra secondo il giornale, ritorna il nome di Federico Vitali, ex presidente regionale di Confindustria, oppure di Mirco Carloni, giovane imprenditore trentenne, vicesindaco di Fano. Sul fronte delle alleanze il centrosinistra sembrerebbe mettere fuori dall\'alleanza Rifondazione Comunista e Pdci, con Sinistra ecologia e libertà che esclude ogni possibile accordo con l\'Udc, senza la presenza della sinistra comunista, e pone il documento dello scorso 4 febbraio come “definitivo per l\'accordo. L\'accordo su di esso determina l\'alleanza tra forze politiche, senza veti ne\' discriminazioni, improponibili e intollerabili”, si legge in una nota .


Antonio Pettinari, segretario regionale Udc ha chiesto al Pd di formalizzare al più presto l\'accordo, con un programma incentrato sulla famiglia e senza Rc e Pdci. Il segretario regionale di Rifondazione, Marco Savelli, ha parlato chiaramente di Pd “che cede al ricatto dell\'Udc”, così come Cesare Procaccini, del Pdci. I due partiti trovano assurdo rinunciare alla coalizione che ha governato le Marche negli ultimi cinque anni.






Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2010 alle 23:13 sul giornale del 08 febbraio 2010 - 1510 letture

In questo articolo si parla di politica, monia orazi, erminio marinelli





logoEV
logoEV
logoEV