Legge 431: in arrivo i contributi a sostegno degli affitti

soldi 2' di lettura 25/09/2009 - Entro la prima decade di ottobre saranno disponibili, presso la tesoreria comunale, i contributi per i canoni di locazione privata. Una misura che va ad aiutare coloro che sono in difficoltà nell’affrontare il caro vita, stretti tra figli in età scolastica, precarietà del lavoro e affitto per la casa.

A Civitanova sono stati 315 i nuclei familiari in situazione di difficoltà che hanno avuto accesso ai finanziamenti derivanti dal bando 2008, in base alla legge 431 del ’98.

Nei prossimi giorni, saranno quindi elargiti contributi per 277.566 euro, di cui 247.930 euro provenienti dalla Regione Marche tramite il “fondo nazionale per il sostegno alle locazioni private”, mentre i rimanenti 29.636 euro sono messi a disposizione dal bilancio comunale. Come previsto dal bando, gli aventi diritto al contributo si collocano su due diverse fasce in base al reddito: Fascia A; limite Isee non superiore a € 5.142,67, con incidenza del canone d’affitto non inferiore al 30%; Fascia B; limite Isee non superiore a € 10.285,34, con incidenza del canone d’affitto non inferiore al 40%. Nella fascia A, sono rientrate 216 famiglie, con un contributo massimo di € 1.090,00, mentre nella fascia B sono rientrate 99 famiglie, con un contributo massimo di € 545,00.

Nel 2008 sono stati elargiti fondi per € 192.363. Quest’anno 277.566,00 euro, quindi oltre 80.000,00 in più, grazie appunto ad uno stanziamento maggiore nel bilancio Comunale (€ 29.636 contro i € 15.000 dell’anno precedente); lo stanziamento del Comune è fondamentale perché ha un effetto significativo sul riparto regionale, in quanto il fondo viene suddiviso per il 75% in base al numero degli abitanti e per il 25% in base a quanto stanziato dal Comune; quindi più è cospicuo il co-finanziamento e maggiori sono i soldi provenienti dalla Regione.

Tali risorse costituiscono un valido strumento di politica abitativa, che si affianca a quello dell’edilizia residenziale pubblica o agevolata. Aiutando a ridurre l’incidenza del canone d’affitto sui redditi familiari, si cerca di dare una prima risposta al fabbisogno che proviene dalle famiglie meno agiate, in particolare a quelle che non hanno ancora avuto la possibilità di ottenere un alloggio pubblico. Naturalmente, questi contributi si affiancano ad altri provvedimenti messi in atto dall’Amministrazione Comunale, che riguardano, ad esempio, le agevolazioni per le mense scolastiche, i buoni per i libri di testo, l’esenzione della Tarsu. Il problema casa rimane uno dei più preoccupanti ed ecco l’importanza di avere strumenti alternativi come contributi per la locazione. Ricordiamo che poter partecipare al nuovo bando per l’anno 2009 è necessario presentare domanda agli uffici dei servizi sociali entro e non oltre il 31 ottobre.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2009 alle 17:57 sul giornale del 25 settembre 2009 - 1512 letture

In questo articolo si parla di politica, civitanova marche, comune di civitanova marche, affitti, contributi





logoEV
logoEV
logoEV