Tuttoingioco: Piero Cesanelli e Cinzia Pennesi per il weekend della Musica

tuttoingioco 4' di lettura 16/07/2009 - Piero Cesanelli e il Maestro Cinzia Pennesi saranno i protagonisti musicali del weekend che Tuttoingioco dedica alla musica in collaborazione con l’Istituto Filelfo di Tolentino.

Per l’occasione, il fondatore di Musicultura proporrà in anteprima nazionale il 18 Luglio 2009, alle ore 22.00, “Ricordar cantando canzoni e canzonette”: una produzione musicale a cura del direttore artistico del festival Piero Cesanelli, un inconsueto cammino della società italiana attraverso la canzone.


Musicultura inoltre resta a Tuttoingioco per due finesettimana consecutivi e il 25 Luglio tornerà in scena nel weekend della politica con “Protestar cantando canzoni e canzonette”: un ritratto musicale che racconta de “Il Sessantotto. Un evento, tanti eventi, una generazione”, come recita il titolo del libro da cui è tratto, scritto da Vincenzo Vita e Carlo Latini (Ed. Franco Angeli). Entrambi i progetti musicali vedono la partecipazione dei musicisti e dei vocalist di assoluto valore de “La Compagnia” e la regia luci di Allì Caracciolo.


“Ho pensato di tracciare un inconsueto cammino della società italiana attraverso la canzone che rimane sempre una nostra fedele compagna – spiega il patron di Musicultura, Piero Cesanelli -; con i testi miei e di Carlo Latini, con le immagini di Andrea Pompei, le luci di Allì Caracciolo e tutto il cast della Compagnia, non si vuole celebrare un periodo importante della storia e del costume ma si vuole accendere il fuoco dell’emozione che ha animato tutti noi in quegli anni mitici.”

“Il tema essenziale - prosegue lo stesso Cesanelli - è quello di rivivere quegli anni attraverso le canzoni perché queste hanno caratterizzato i momenti più belli e quelli meno belli di ognuno di noi, come una sorta di colonna sonora della nostra vita”.

Sul palco del Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta sarà “La Compagnia”, formata da tredici musicisti, quattro violinisti e due narratori, a proporre i a riproporre pezzi storici, da Yesterday a la Bambola, da Stand By Me a Bang Bang, “con arrangiamenti nuovi, che rendono merito delle stesure originali”, spiega ancora il direttore artistico di Musicultura.

Alcuni contributi video documenteranno i momenti cruciali dei venti anni messi sotto la lente d’ingrandimento di Cesanelli. Una lente d’ingrandimento che vuole il ventennio dal 1951 al 1971 diviso in due parti: quella del “Ricordar cantando”, con una panoramica delle canzoni dall’immediato dopoguerra fino agli anni del benessere economico. Ben diversa da quella della grande trasformazione sociale e culturale avvenuta negli anni intorno al 1968, che prende il titolo del “Protestar cantando”, e che viene proposta il 25 luglio sempre alle ore 22.00.

Il Maestro Cinzia Pennesi sarà sul palco di Tuttoingioco per tre serate consecutive accompagnando al pianoforte tre protagonisti culturali del Festival e tre discipline che si metteranno in gioco insieme alla Musica: la filosofia con Umberto Curi (venerdì) la matematica con Piergiorgio Odifreddi (sabato) e l’arte con Philippe Daverio (domenica). Venerdì 17 luglio il Maestro Pennesi insieme al soprano Elisabetta Lombardi si esibirà in un programma dal titolo “Madamina il catalogo è questo” con brani tratti naturalmente dal Don Giovanni di Mozart a cui è dedicata la lectio magistralis di Umberto Curi (preside della Facoltà di Filosofia di Padova e autore del libro “La filosofia del Don Giovanni. Alle origini di un mito moderno” edito da Mondadori). L’appuntamento con Curi è alle 21.30 nel Chiostro di Sant’Agostino, il concerto seguirà al termine della conferenza.

Sabato 18 luglio il piano di Cinzia Pennesi accompagnerà Piergiorgio Odifreddi nella conferenza “Matematica e musica”, concerto numerico che a poco a poco si trasforma in sinfonia attraverso scambi di cifre e scalate alle scale. Dall’opera all’aritmetica, passando per le più diverse situazioni, Odifreddi paragonerà frazioni a ritmi esotici mentre il Maestro Pennesi trasformerà serie e atmosfere classiche in improbabili pezzi ballabili con un semplice scambio di cifre. Domenica 19 luglio dopo Philippe Daverio che, sempre nello spazio conferenze alle 21.30, parlerà di “Arte e musica”, il pubblico potrà giocare con Cinzia e Laura Pennesi (piano e viola) a “I Dadi di Mozart”. I “Dadi di Mozart” sono un sistema di composizione per minuetto ottenuto attraverso un gioco di dadi inventato dallo stesso Mozart a fine settecento, periodo in cui l’arte europea vide fiorire numerosi giochi musicali.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2009 alle 18:34 sul giornale del 16 luglio 2009 - 3210 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, civitanova marche, musicultura, musicultura festival





logoEV