Turismo: salgono a 9 i \'borghi\' maceratesi più \'belli d\'Italia\'

sarnano 2' di lettura 05/07/2009 - Sono saliti da cinque a nove i “borghi” maceratesi “più belli d’Italia”. Cingoli, Montecassiano, Sarnano e, da ultimo in ordine di tempo, Matelica, si sono aggiunti ad Esanatoglia, Montelupone, San Ginesio, Treia e Visso che si potevano fregiare del titolo di “Borghi più belli d’Italia” già da alcuni anni.

La storia e le immagini delle nove “fascinose” località maceratesi sono state pubblicate dall’Associazione dei Borghi più belli d’Italia nel sito internet www.borghitalia.it e nella nuova Guida 2009, dove però manca Matelica, in quanto entrata a far parte di questo “club” quando il volume (circa 800 pagine con numerose informazioni e cartine stradali) era già in stampa. Per la provincia di Macerata la presenza di ben nove Comuni tra i “Borghi più belli d’Italia” è un dato rilevante, considerando che i Comuni marchigiani che si possono fregiare del titolo sono complessivamente diciassette; di cui quattro del Piceno-Fermano, tre del Pesarese e uno della provincia di Ancona.

La forte presenza di Comuni maceratesi classificati come “borghi più belli d’Italia” rafforza – ha detto il presidente della Provincia, Franco Capponi – la potenzialità turistica di tutto il nostro territorio, capace di attrarre gente in tutti i periodi dell’anno. Su queste potenzialità si basa il nostro obiettivo di rilanciare la provincia a livello nazionale ed internazionale, rendendo il territorio maceratese un polo culturale, turistico e sportivo di attrazione, attuando un piano di marketing territoriale.

Il presidente Capponi ha anche espresso il compiacimento per l’azione svolta dalle Amministrazioni comunali che hanno ottenuto il riconoscimento in quanto esse hanno dimostrato di saper mantenere l’identità storico-culturale ed architettonica dei rispettivi centri storici, così come del resto del loro territorio, tutelandoli e mantenendoli vivi.

Al club, infatti, vengono ammessi quei borghi che, nel corso degli anni, non solo hanno mantenuto intatte le caratteristiche architettoniche, ambientali, paesaggistiche e culturali, ma hanno anche saputo migliorarle, valorizzando il tessuto urbanistico. Nella “Guida” ogni “Borgo” viene presentato attraverso la sua storia, i personaggi, le curiosità del luogo, con indicazioni su ciò che c’è di interessante da visitare, nonché con piatti e i prodotti tipici del luogo e gli eventi in programma. Le schede sono corredate da numerose immagini e da informazioni e indirizzi utili per fare acquisti, pernottare, mangiare. Il volume è stato distribuito nelle edicole e può essere trovato anche nelle librerie.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2009 alle 13:31 sul giornale del 06 luglio 2009 - 1863 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, sarnano





logoEV