Bici pubbliche: scimmiottando Totò

2' di lettura 02/06/2009 - L’iniziativa delle biciclette pubbliche da poter noleggiare a Civitanova Marche sarebbe lodevole e degna di nota se non assomigliasse, come purtroppo sembra, ad una barzelletta.

Marzetti e Mobili parlano della cosa come se annunciassero un cambiamento epocale nella direzione della mobilità alternativa, come se stessero trattando un progetto talmente imponente da diventare lodato a livello continentale. Marzetti e Mobili comunicano al mondo che a Civitanova Marche il “parco mezzi” è stato implementato di otto mezzi (otto!) così da raggiungere la ragguardevole cifra di ventotto bici per tutta Civitanova Marche (ventotto!).


Siamo consapevoli che in campagna elettorale si possa dire di tutto ma ci sentiamo presi un po’ in giro. Ventotto biciclette sono una presa in giro. Le cose vanno fatte seriamente per poter essere incisive e per poter, quindi, determinare un cambiamento. Lanciare un progetto lodevole con dei numeri così ridicoli significa non aver nessuna difficoltà nel prendere in giro l’intelligenza dei civitanovesi. L’Amministrazione civitanovese pensa di venderci, con queste ventotto biciclette, l’idea di vivere in una Città migliore scimmiottando Totò che vendeva la Fontana di Trevi, con la differenza che Totò lo faceva in un film e riusciva a farci ridere. Noi crediamo che, dopo il caso spiagge, questa sia l’ennesima dimostrazione di come gli amministratori di Civitanova Marche non sono in grado di pensare veramente al futuro della nostra Città.


Infatti, un centro destra concentrato verso altri obiettivi (cementificare, salvaguardare interessi di pochi, strategie politiche di basso livello contro gli avversari interni allo stesso centro destra) non garantisce uno sviluppo serio ed armonioso di Civitanova Marche che è la Città economicamente e socialmente più importante della Provincia ma che necessità, proprio per questo, di una attenzione e una dedizione particolare. Altrimenti Civitanova rischia di restare soffocata su se stessa, sul suo smog, sul suo traffico, sul suo cemento. E con lei anche i civitanovesi, nonostante i ventotto che già pedalano.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2009 alle 16:20 sul giornale del 03 giugno 2009 - 1325 letture

In questo articolo si parla di politica, Sinistra per la tua provincia





logoEV
logoEV