Aggressione e rapina all\'Hotel House: in manette un nigeriano di 20 anni

carabinieri arresto 1' di lettura 27/05/2009 - Aggredisce e rapina una donna all\'Hotel House di Porto Recanati. In manette un nigeriano di 20 anni per rapina aggravata con lesioni personali.

Una donna nigeriana, di 26 anni, ha allertato il 112 della Compagnia dei Carabinieri di Civitanova chiedendo aiuto per un\'aggressione appena subita.


All\'arrivo dei militari, una squadra di Porto Recanati, la giovane si è presentata alla porta di un appartamento dell\'Hotel House sanguinante ad una mano. La 26enne, secondo quanto dichiarato dalla stessa, è stata aggredita da un suo connazionale che, minacciandola con una bottiglia rotta, l\'ha derubata.


Omo John, nigeriano di 20 anni, già noto per reati connessi alla droga, è stato arrestato poco dopo l\'aggressione in un altro appartamento dell\'Hotel House. Il balordo, per sviare i Carabinieri, aveva nascosto la refurtiva, tre cellulari appartenenti alla donna e al fratello, accorso per aiutarla, sotto il materasso.


Recuperati gli oggetti sottratti alla malcapitata, il 20enne è stato tratto in arresto per rapina aggravata con lesioni personali e condotto dai militari alla casa circondariale anconetana di Montacuto, a disposizione dei magistrati della Procura Maceratese. La donna, medicata all\'ospedale di Recanati, è stata giudicata guaribile in sei giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2009 alle 18:14 sul giornale del 27 maggio 2009 - 1234 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, arresto, Sudani Alice Scarpini