Pari opportunità: in 28 nel club Città amiche delle donne

2' di lettura 21/05/2009 - Sono 28 le istituzioni e i soggetti che sono entrati a far parte del “Club delle Città Amiche delle Donne” perché contribuiscono a realizzare una politica di pari opportunità e di eguaglianza.

Il riconoscimento è certificato da un logo realizzato da David Demowky, uno studente dell’Istituto professionale “Bonifazi” di Civitanova Marche, scuola con cui l’assessorato alle Pari opportunità della Provincia di Macerata ha studiato la comunicazione dell’iniziativa.


“Abbiamo voluto dare un valore e riconoscere chi si impegna per promuovere e per ottenere una parità concreta fra donne e uomini – spiega l’assessore provinciale alle Pari opportunità, Clara Maccari –, per favorire una maggiore uguaglianza nella società. Abbiamo consegnato agli ammessi al Club una targa, un simbolo che rappresenta il logo che hanno studiato, per questa iniziativa, gli studenti del Bonifazi di Civitanova”.


Il logo, con un pittogramma, rappresenta una donna con le braccia alzate, un simbolo di una ascesa verso l’alto, della conquista di un posto alla “pari”. Sono entrati a far parte del “Club delle Città Amiche delle Donne”, durante la recente rassegna “Expodonna: percorsi di vita e d’impresa” che si è svolta nel Centro fiere di Villa Potenza di Macerata, il Comune di Macerata, di Loro Piceno, di Morrovalle, di Petriolo, di Recanati, di Pollenza e di Monte San Giusto. Per le loro iniziative di solidarietà, l’Avuls di Loro Piceno, il Moica Marche, Maria Giulia Volpini di Castelraimondo e Maria Rastelli di Petriolo. Per l’impegno a promuovere le pari opportunità nel mondo del lavoro, sono entrati nel Club la Union Broker di Macerata, Maria Luisa Ragaini, consulente della Cna, Elvia Mengoni della Sartoria Arianna di Corridonia, Giuliana Papa, Paola Papa e la professoressa Patrizia David dell’Università di Camerino.


Sono stati ammessi nel Club, inoltre, i dieci soggetti che hanno partecipato all’attivazione del Centro antiviolenza della Provincia di Macerata: Associazione di promozione sociale Praxis, Ordine degli Avvocati del Comitato di Macerata, l’Ambito territoriale n. 17 San Severino Marche-Matelica, il Comitato Pari Opportunità dell’Università di Camerino e quello dell’Università di Macerata, l’Associazione Fisac Cgil nella Commissione Pari Opportunità di Banca Marche, il Centro di ascolto e di prima accoglienza di Macerata, l’Ambito territoriale n. 16 di San Ginesio, la Cooperativa sociale Pars, la Consigliera provinciale di parità, Adele Maria Pirro. Nel Club, è entrato anche l’Istituto “Bonifazi” con la professoressa Rita Soccio, lo stesso creatore del logo, David Demowky e – per le iniziative promosse a favore delle donne, anche l’assessore provinciale all’agricoltura, Paola Cardinali e la vice presidente della Commissione per le pari opportunità della Provincia, Lucia Pistelli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2009 alle 13:42 sul giornale del 21 maggio 2009 - 1644 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata