UniMc dà il via al nuovo bando Erasmus

europa 2' di lettura 03/03/2009 - Nell’ambito del Programma europeo di apprendimento permanente, l’Università di Macerata ha pubblicato il nuovo bando Eramsus 2009-2010.

Sono in palio 520 borse di studio per studenti e dottorandi che intendano trascorrere dai 3 ai 12 mesi in una delle 122 università europee partner dell’Ateneo. Per promuovere il nuovo bando, il Centro rapporti internazionali (Cri) ha messo a punto una serie di iniziative in continuo aggiornamento: eventi dedicati sia agli studenti maceratesi interessati al bando Erasmus-studio 2009-10, sia agli stranieri appena arrivati da tutta Europa per frequentare le lezioni del secondo semestre.


E\' in distribuzione, inoltre, un numero speciale di Cittàteneo, già disponibile nelle facoltà. Ecco il calendario completo delle prossime iniziative: martedì 3 marzo alle 9 si svolgerà un\'incontro informativo nell\'Aula Magna della sede distaccata di Civitanova; giovedì 5 marzo alle 11 all\'Auditorium San Paolo sarà presentato il nuovo bando e si svolgerà l\'ormai tradizionale Welcome day rivolto agli studenti Erasmus ospiti dell\'Ateneo durante questo semestre, seguito da un buffet nei locali dell\'Accademia di Belle Arti in piazza della Libertà alle 13 e da una visita guidata alla città alle 16; da mercoledì 11 a giovedì 12 marzo sarà possibile visitare di nuovo gli stand informativi nelle facoltà. Per maggiori informazioni è possibile contattare il Centro Rapporti Internazionali, via Piave, 42, tel. 0733 2586068, www.cri.unimc.it, skype: mara-cri-mc; laura-cri-mc; cri3enrico. Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì, ore 10.30/13; sabato, ore 10.30/12.


\"L’Ateneo – spiega Angelo Ventrone, direttore del Centro rapporti internazionali - tramite il programma Erasmus, si confronta costantemente con l’Europa, principale interlocutore internazionale, e si prepara ad ampliare i rapporti anche con Istituzioni di altri continenti. Questi gli obiettivi principali per gli studenti che vi prendono parte: migliorare il curriculum accademico; costruire un percorso di studio all’estero che si integri con il piano di studi italiano; garantirsi un titolo finale più completo, professionalizzante e più rispondente alle esigenze di un mercato del lavoro altamente selettivo\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2009 alle 15:32 sul giornale del 03 marzo 2009 - 1327 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, macerata, europa, università di macerata, erasmus





logoEV
logoEV