Un buon anno speciale....

1' di lettura 01/01/2009 -

Invio i miei migliori auguri alla Redazione e ai lettori, attraverso l\'immagine di una cartolina spedita nel lontano 1901 da Roma ad Acquaviva di Siena.



Credo che non ci sia cosa migliore di una coppa di vino rosso per un brindisi augurale, oltre a quello di buttare i cocci dalla finestra. Suggerisco di accompagnare al classico sorso che segue il rituale cin cin un crostino bizzarro ed inedito, che mi rivelò Mario Buldorini detto \"Ermete\", uno dei più simpatici e bonari artisti futuristi maceratesi di professione alimentarista con variopinta bottega in corso della Repubblica a Macerata.


Un crostino dal sapore autarchico che va molto aldilà del prezioso caviale Beluga e degli abusati succedanei tra cui le uova di lompo e la bottarga: acquistate un\'aringa femmina, (per capirlo tastarle la pancia), levate le uova e stemperatele con altrettanto mascarpone. Spalmate il tutto su fettine di pane e il gioco è fatto. Naturalmente come tutti i cibi poveri d\'osteria può mettere una gran sete: alla salute!








Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 31 dicembre 2008 - 899 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, gabor bonifazi, architetto





logoEV