L\'atmosfera natalizia sulle note di due Schiaccianoci a confronto

danza 3' di lettura 13/12/2008 - Doppio appuntamento per i tanti ballettofili marchigiani con un grande classico delle punte, Lo schiaccianoci in scena lunedì 15 dicembre al Teatro Rossini di Civitanova Marche (nell\'ambito di Civitanova Danza tutto l\'anno promossa da Comune di Civitanova, Teatri di Civitanova e Amat) danzato dal Balletto dell\'Opera della Moldavia e martedì 16 dicembre al Teatro Sanzio di Urbino (nell\'ambito della stagione promossa da Comune di Urbino e Amat) interpretato dal Balletto del Sud.
 

Il sogno di Clara, la battaglia dei topi, il viaggio fantastico, vengono narrati nella favola natalizia di Cajkovskij ideata, nel 1892, sul racconto di E. T. A. Hoffman Il principe Schiaccianoci ed il re dei topi.
I bellissimi temi musicali, che si animano con le scene di festa sotto l\'albero di Natale, fanno del balletto un titolo particolarmente amato dal pubblico per il suo richiamo alle calde atmosfere familiari natalizie. Il valzer dei fiocchi di neve, il divertissement finale con le danze dei diversi paesi del mondo con i loro coloratissimi costumi, il romantico valzer dei fiori affascinano la platea più vasta. Nel finale vi è il gran pas de deux, quando Clara danza col suo principe Schiaccianoci, momento di interpretazione e virtuosismo classico.


Il Balletto dell\'Opera della Moldavia è nato nel 1957 ed è cresciuta negli anni ampliando il suo repertorio che ora comprende tutti i principali balletti: Giselle, La bella Addormentata, Spartacus, Coppelia, Il lago dei Cigni, Don Quixote, Carmen, Romeo e Giulietta, Chopeniana, La Fille Mal Gardée, Cipollino, Biancaneve e i sette Nani. Nel 1998 il famosissimo coreografo Yuri Grigorovich del Teatro Bolshoi si è unito alla Compagnia del Teatro dell\'Opera della Moldavia per allestire la propria versione dello Schiaccianoci per la prima volta in scena proprio al Bolshoi nel 1966. Arricchita da questa \"leggendaria\" presenza la compagnia porta in tournée Lo Schiaccianoci a Mosca, in Bulgaria, Spagna, Olanda, Germania, Scandinavia, Romania, Grecia, Francia, Giappone, America e ora Italia. La compagine si ballerini si distingue per professionalità, alto livello tecnico ed espressivo, qualità nelle scenografie e nei costumi.


Il Balletto del Sud è una delle compagnie italiane più importanti diretta da Fredy Franzutti, da subito considerato \"il garçon prodige della coreografia italiana\" (Michele Nocera, \"Tuttodanza\"), e \"uno dei coreografi più apprezzati nel panorama nazionale\" (Vittoria Ottolenghi). Crea balletti per il Teatro Bolscioj di Mosca, per il Teatro dell\'Opera di Roma, per il Teatro dell\'Opera di Sophia, per l\'Opera di Montecarlo, per l\'Opera di Bilbao, per il Teatro Bellini di Catania. Dirige dal 1995 il Balletto del Sud per il quale ha creato venticinque produzioni che la compagnia replica nei più importanti festival italiani. Coreografa le danze della stagione lirica di Lecce dal 1998, collabora con Carla Fracci e Lindsay Kemp e crea coreografie per numerosissime ètoile internazionali.
Lo schiaccianoci di Franzutti coniuga le testimonianze della messa in scena originaria dei primi coreografi,
Marius Petipa e Lev Ivanov, ad un impianto drammaturgico nuovo.

Informazioni e biglietti (da euro 25 a euro 10) per Civitanova presso Teatro Rossini 0733 812936. Informazioni e biglietti (da euro 20 a euro 10) per Urbino presso Teatro Sanzio 0722 2281.
Inizio spettacoli: Civitanova ore 21.15, Urbino ore 21.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 dicembre 2008 - 1079 letture

In questo articolo si parla di teatro, danza, spettacoli