I Muta imago a Civitanova e Macerata

teatro 3' di lettura 11/12/2008 - In un percorso che si snoda tra Macerata, Civitanova Marche e Pesaro, le Marche ospitano - su iniziativa dell\'Amat in collaborazione con i rispettivi Comuni e con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - un interessante viaggio nel lavoro di Muta Imago, raffinato gruppo romano aperto all\'impiego di nuove tecnologie, con prestiti anche dal teatro delle ombre o dal cinema delle origini, nato nel 2004 dall\'incontro della regista Claudia Sorace, classe 1970 e diploma alla \"Paolo Grassi\", con il \"dramaturg\" Riccardo Fazi e con lo scenografo Massimo Troncanetti cui si è aggiunto l\'attore e performer Glen Blackhall.

Il \'viaggio\' nella poetica del gruppo \"corteggiato\" dai maggiori festival italiani e amato dall\'Amat che sostiene il suo lavoro, si articola in tre appuntamenti: il 13 dicembre a Macerata (Cine Teatro Italia nell\'ambito di \"Altri Percorsi 08\") con Lev, il 25 marzo a Civitanova Marche (Teatro Cecchetti nell\'ambito del \"Convito 08\") con (A+B)³ e il 14 febbraio a Pesaro (Teatro Sperimentale nell\'ambito di \"TeatrOltre 08\") con \"Maratona Muta Imago\" nella quale verranno presentati dalle ore 21 i due lavori.



Partendo dalla provocazione della materia, Muta Imago riflette sulla possibilità di approfondire e dilatare i varchi spaziali e di senso rintracciabili nella realtà per far affiorare storie e momenti che permettano di ricostruire un\'unitarietà perduta, quella che si può trovare ancora nell\'essere umano. \"È un gruppo che si muove bene nei territori inquieti della ricerca\" - come scrive Andrea Porcheddu su \"delteatro.it\" - \"nell\'invenzione dello spazio, con drammaturgie che hanno toccato ipotesi innovative, originali, con aperture alle visionarietà di arti performative che guardano più alle istallazioni della contemporaneità che non al consolidato mondo del repertorio classico.\"


Dalle memorie di un caso clinico di neuropsichiatra russo, Lev è un lavoro scenico coprodotto da Inteatro, nel più ampio contesto di Scenari Danza 2.0, il bando che sostiene i giovani talenti della scena contemporanea. Lev è uno spettacolo raffinato, che conferma la qualità del gruppo: con tre soli pannelli di plexiglas, uno spazio nudo pieno di farina, tre lampade, si disegnano immagini e prospettive, storie e fantasie. E Blackhall è Lev, uomo colpito da una pallottola, che ha perso la memoria: stimolato da una voce misteriosa, cerca di ricordare, cerca di capire.


La solitudine dell\'uomo si rifrange in immagini bellissime, commoventi, stupefacenti: frammenti di un passato, ricordi della gloriosa conquista sovietica dello spazio, suggestioni d\'infanzia, amori perduti. L\'ideazione di Lev - diretto da Claudia Sorace - è di Glen Blackhall, Riccardo Fazi, Claudia Sorace e Massimo Troncanetti. La drammaturgia e il suono sono di Riccardo Fazi, la realizzazione della scena di Massimo Troncanetti, i vestiti di Fiamma Venvignati. (A+B)³ è un racconto intimo, una storia d\'amore sporcata da una guerra, il rituale di un incontro nel perimetro di un cubo. A e B di sono un ragazzo e una ragazza (Riccardo Fazi Claudia Sorace) vestiti di nero, e il simbolo grafico dell\'addizione segnala una relazione amorosa che si interromperà a causa della guerra. Nel mezzo c\'è un cubo, un\'intelaiatura di legno con pareti di carta strappate e riapplicate, che divengono superfici di proiezione, muri di un bunker che protegge dalla barbarie esterna, perimetri sentimentali dove abita il ricordo dell\'amato.


Muta Imago sorprende per la rara capacità di costruire nello spettacolo un linguaggio autonomo, padroneggiato con ironia e incanto: dal teatro delle ombre vengono riprese le tecniche, dalla proiezione della figura umana intera, rimandata sulla faccia frontale del cubo. Il progetto e la regia sono di Claudia Sorace, la drammaturgia e il suono di Riccardo Fazi , la realizzazione della scena di Massimo Troncanetti, i vestiti di Fiamma Benvignati, le registrazioni audio di Federica Giuliano Per informazioni: Macerata tel. 0733 230735 - 0733 237472, Civitanova Marche 0733 812936 - 817550, Pesaro tel 0721 387548, Amat 071 2072439, www.amat.marche.it . Inizio spettacoli: Macerata ore 21, Civitanova Marche ore 21.15.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 dicembre 2008 - 808 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli





logoEV