SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Un pubblico di donne per Civitanova Danza

2' di lettura
1038

danza
E\' stata presentata martedì, nel corso di una conferenza stampa, l\'indagine effettuata dall\'Eurispes Marche relativa al pubblico di Civitanova danza.

I dati emersi da un campione di 500 persone intervistate nei mesi di luglio e agosto, confermano il gradimento del pubblico per il Festival Civitanova Danza. Feedback positivo, quindi, da parte degli spettatori accorsi alla quindicesima edizione. I giudizi lusinghieri si riferiscono specialmente alla qualità degli spettacoli, alla completezza dell\'offerta e alla cortesia del personale. Meno apprezzata invece la qualità del comfort e dei servizi (luoghi come i foyer, i bar, le sale di attesa).


La vocazione tersicorea della città marchigiana attira un pubblico in maggioranza femminile (69,5%), fornito di un grado di istruzione medio-alto (42,2% i laureati e 45,4% i diplomati) ed eterogeneo quanto a condizione professionale (impiegati il 26%, liberi professionisti il 22, docenti l\'11,8, artisti o insegnanti di danza l\'11,2).
Il campione fa altresì emergere che un buon terzo di spettatori sono frequentatori abituali del Festival, a fronte di un 42% che solo nell\'edizione di quest\'anno ha iniziato a recarsi agli spettacoli.

La decisione di assistere ad una o più rappresentazioni comprese nel calendario di Civitanova Danza pare maturare all\'interno di comunità ristrette, ossia nei luoghi di lavoro, in famiglia, nei locali di ritrovo, dove più funzionante è il passaparola, mentre relativamente modesta risulta la proporzione di coloro che hanno avuto notizia del Festival tramite riviste o giornali (13%). Accanto a questi spettatori in qualche modo \"raggiunti\" dall\'informazione, quasi un terzo del campione analizzato dichiara di essere venuto a conoscenza degli spettacoli in modo attivo, ad esempio cercando locandine e pubblicazioni sul teatro (33%), effettuando ricerche in Internet (13%), oppure recandosi presso l\'Ufficio Informazioni del teatro (14%).

Significativa, per la vitalità notturna e per settori inerenti del commercio cittadino, la scoperta che la grande maggioranza dei fruitori (l\'84%) sceglie di concludere a Civitanova e dintorni la serata nella quale assiste agli eventi coreutici. A ciò fa da contraltare, tuttavia, il dato che solo un esiguo 3% del campione dichiara di giungere in città allo scopo esclusivo di assistere al Festival. Questo elemento è da collocare nel più ampio contesto relativo alla provenienza geografica degli spettatori, che si caratterizza per l\'assenza quasi assoluta di stranieri (2,7%) e per la bassa incidenza delle presenze da fuori regione (5,7%). Il pubblico di Civitanova Danza è infatti prettamente marchigiano (89,8%), e quasi per la metà risiede nella Provincia di Macerata (48,7%).

Quindi, sebbene si sia conquistato negli anni una posizione invidiabile nel panorama dell\'offerta culturale, il Festival Civitanova Danza si qualifica come un\'iniziativa dal respiro sostanzialmente regionale: un evento riconoscibile e riconosciuto nell\'ambito delle Marche, ma incapace di proporsi efficacemente su più larga scala.


danza

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 ottobre 2008 - 1038 letture