SEI IN > VIVERE CIVITANOVA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Bilancio di genere: donne svantaggiate nel mondo del lavoro

3' di lettura
1073

donne
Negli ultimi anni l\'occupazione femminile è aumentata; nonostante questo però c\'è ancora molta strada da fare per il raggiungimento di una situazione di pari opportunità con il genere maschile. Altri incontri sul territorio provinciale per illustrare il bilancio di genere.

Ancora grande è infatti il divario tra uomini e donne in numerosi ambiti: la tipologia di lavoro è fortemente stereotipata per quanto riguarda l\'occupazione femminile (nonostante le donne rappresentino la maggioranza dei nuovi laureati), il ricorso al lavoro flessibile caratterizza principalmente la donna, il tasso di occupazione delle donne tra i 20 e i 40 anni si abbassa notevolmente se hanno dei figli, la retribuzione femminile è mediamente inferiore a quella maschile.


Sono stati questi i principali spunti di discussione nell\'incontro sul Bilancio di Genere rivolto agli studenti di Economia e scienze politiche dell\'Università di Macerata, al quale sono intervenute l\'Assessore alle Pari Opportunità della Provincia di Macerata, Clara Maccari e la professoressa Katia Giusepponi. L\'incontro si è svolto nell\'ambito del programma di partecipazione del Bilancio di Genere che in questi giorni viene illustrato con diversi appuntamenti in varie località della provincia. Parlando agli studenti, l\'assessore Maccari ha evidenziato come il Bilancio di Genere sia uno strumento nuovo attraverso il quale la Provincia di Macerata, ormai da due anni, fa un resoconto di ciò che è stato fatto, e di come ancora bisogna lavorare, nell\'ottica di sviluppo delle pari opportunità.


\"L\'ente pubblico - ha detto Clara Maccari - deve porre costante attenzione alle esigenze della gente per poter dare risposte concrete e veloci, intervenendo profondamente e strategicamente nel territorio, creando così i presupposti di benessere sociale, civile ed economico. Fondamentale è quindi inserire la problematica di genere al centro di ogni linea di intervento\". Nello specifico della Provincia di Macerata l\'assessore ha illustrando il \"progetto Conciliazione\", finalizzato a favorire l\'introduzione di strumenti che consentano a donne e uomini di conciliare in modo equilibrato tempi per il lavoro e tempi per la famiglia, sradicando stereotipi che costringono a drastiche scelte tra il ruolo di madre/padre e quello di lavoratore. Uno degli strumenti adottati dalla Provincia è il \"Voucher\" di conciliazione: contributi per le spese effettivamente sostenute presso servizi pubblici o privati di assistenza per accudire figli minori o famigliari con gravi disabilità o anziani non sufficienti.


La prof.ssa Giusepponi ha concluso l\'incontro con alcuni dati in tema di parità tra uomini e donne: \"Nel quadro mondiale, il posizionamento dell\'Italia non è affatto positivo. Secondo The Global Gender Gap Report 2006 l\'Italia, insieme a Cipro, è fanalino di coda tra i Paesi dell\'Unione Europea e tra i 115 Paesi considerati dall\'indagine è al 77° posto nella graduatoria capeggiata, nell\'ordine, da Svezia, Norvegia, Finlandia, Islanda e Germania. L\'Italia, inoltre, figura all\'87°posto per quanto riguarda specificatamente partecipazione e opportunità delle donne nell\'economia.\"


Dopo l\'incontro all\'Università, l\'assessorato provinciale alle pari opportunità ha in programma nei prossimi giorni altri momenti di partecipazione pubblica sul territorio per illustrare il \"Bilancio di genere\" predisposto dalla Provincia di Macerata. Giovedì 16 ottobre alle ore 18 è in programma un incontro a Macerata nella sala consiliare del Municipio. Domenica 19 (alle ore 10) se ne parlerà a Morrovalle al Circolo anziani della frazione Trodica e martedì 21 il ciclo di incontri si chiuderà a Montelupone (sala consiliare del Municipio) alle ore 21. Previsti anche altri due incontri con gli studenti delle scuole superiori: venerdì 17 al Liceo scientifico di Civitanova (ore 10) e lunedì 20 a Cingoli per gli studenti dell\'Istituto professionale alberghiero (ore 11).


La Provincia di Macerata è stata una delle prime in Italia a dotarsi del Bilancio di Genere, finalizzato a introdurre strumenti di controllo, partecipazione e rendicontazione sociale. In particolare si tratta di un documento che mira a rappresentare le attività svolte, analizzando i conti di bilancio secondo l\'impatto che hanno avuto a favore delle pari opportunità.


donne

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 ottobre 2008 - 1073 letture